Artisti, cantanti e musicisti

7 milioni per i lavoratori piemontesi del settore spettacolo

Lavoratori dello spettacolo: sette milioni dalla Regione Piemonte. Mercoledì 4 novembre 2020 il bando

7 milioni per i lavoratori piemontesi del settore spettacolo
05 Novembre 2020 ore 06:02

Lavoratori dello spettacolo: 7 milioni dalla Regione Piemonte. Un aiuto concreto per gli artisti in questa difficile epoca di lockdown e pandemia. Sette milioni di euro per aiutare i lavoratori dello spettacolo: una notizia attesa che va nella giusta direzione. Lo riportano i colleghi di primatorino.it

Ieri il bando

La Regione Piemonte comunica che è stato pubblicato mercoledì 4 novembre 2020 l’avviso pubblico contenente l’apertura del Bando Cultura 2020. Enti e associazioni culturali del settore dello spettacolo dal vivo, del cinema, delle attività espositive, della divulgazione, dell’educazione culturale, delle biblioteche e degli archivi, degli istituti culturali e degli eco-musei riceveranno dalla Regione i fondi previsti dalla legge regionale numero 13 del 2020.

“La Regione Piemonte – spiega il presidente Alberto Cirio – in un momento estremamente complesso e difficile come quello che stiamo vivendo a causa della crisi per il Covid, continua a essere al fianco di tutti i suoi operatori e delle sue categorie economiche e produttive. E il mondo della cultura rappresenta un comparto strategico non solo per il presente ma anche per il futuro del nostro territorio”.

7 milioni (più altri 3)

Gli oltre 7 milioni di euro ai lavoratori dello spettacolo, per sostenere le attività culturali piemontesi, si sommano ai tre milioni di euro che sono già stati destinati al bonus cultura. Ciò per sostenere gli operatori e l’indotto, che rappresentano una delle categorie più colpite e penalizzate dalla crisi generata dal Covid. D’altronde il settore dello spettacolo, della musica e della cultura è uno dei più colpiti economicamente da questa serie di chiusure forzate. Attori, musicisti, ballerini e cantanti se non possono portare in scena i loro spettacoli non incassano, questo è ovvio. Ma non solo: la vita di tutti si impoverisce un po’ perché si riduce alle attività essenziali (cibo, sonno, lavoro). Ecco perché il sostentamento del settore cultura e spettacoli rappresenta uno sprone per l’innalzamento morale di tutti.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità