Accusata di sfruttamento della prostituzione una donna nigeriana

Accusata di sfruttamento della prostituzione una donna nigeriana
Cronaca 25 Febbraio 2015 ore 15:23

NOVARA – E’ stato aggiornato al 21 luglio, in Tribunale a Novara, un processo per sfruttamento della prostituzione e sequestro di persona a carico di una 36enne nigeriana.
La donna è finita alla sbarra dopo la denuncia di una connazionale di 20 anni, che si era rivolta (era il periodo tra il luglio del 2004 e l’aprile del 2005) a Liberazione e Speranza onlus, spiegando la sua situazione e il fatto che fosse costretta a prostituirsi.
Per l’accusa l’imputata avrebbe costretto la giovane sulle strade dapprima di Borgo Ticino, nell’Aronese dunque, e poi di Gambolò, nel Pavese. Per far sì che la giovane si prostituisse, la 36enne sarebbe ricorsa anche a minacce di morte e avrebbe minacciato la ragazza di praticarle un rito voodoo. A convincere la ventenne a rivolgersi alle Forze dell’Ordine, un cliente italiano.

mo.c.

NOVARA – E’ stato aggiornato al 21 luglio, in Tribunale a Novara, un processo per sfruttamento della prostituzione e sequestro di persona a carico di una 36enne nigeriana.
La donna è finita alla sbarra dopo la denuncia di una connazionale di 20 anni, che si era rivolta (era il periodo tra il luglio del 2004 e l’aprile del 2005) a Liberazione e Speranza onlus, spiegando la sua situazione e il fatto che fosse costretta a prostituirsi.
Per l’accusa l’imputata avrebbe costretto la giovane sulle strade dapprima di Borgo Ticino, nell’Aronese dunque, e poi di Gambolò, nel Pavese. Per far sì che la giovane si prostituisse, la 36enne sarebbe ricorsa anche a minacce di morte e avrebbe minacciato la ragazza di praticarle un rito voodoo. A convincere la ventenne a rivolgersi alle Forze dell’Ordine, un cliente italiano.

mo.c.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli