Accusato di tentato omicidio di un connazionale: chiesto l’abbreviato

Accusato di tentato omicidio di un connazionale: chiesto l’abbreviato
Cronaca 12 Aprile 2016 ore 22:01

NOVARA – Rito abbreviato subordinato all’ascolto della persona offesa e a una perizia che sia in grado di valutare la reale sussistenza del pericolo di vita. E’ quanto ha chiesto, in Tribunale a Novara, l’avvocato Fabrizio Cardinali nei confronti del suo assistito, Mario Gjoni, uno dei tre albanesi accusati del tentato omicidio di Elton Shano. Quest’ultimo è l’albanese di 36 anni che era stato aggredito nel marzo 2015 all’esterno del night club “Lulu Club” di Gionzana, di cui è co-titolare con un italiano. L’udienza è stata aggiornata al 3 maggio, quando il giudice deciderà sulla concessione dell’abbreviato. 

mo.c.

 

Per saperne di più leggi il Corriere di Novara in edicola giovedì 14 aprile


NOVARA – Rito abbreviato subordinato all’ascolto della persona offesa e a una perizia che sia in grado di valutare la reale sussistenza del pericolo di vita. E’ quanto ha chiesto, in Tribunale a Novara, l’avvocato Fabrizio Cardinali nei confronti del suo assistito, Mario Gjoni, uno dei tre albanesi accusati del tentato omicidio di Elton Shano. Quest’ultimo è l’albanese di 36 anni che era stato aggredito nel marzo 2015 all’esterno del night club “Lulu Club” di Gionzana, di cui è co-titolare con un italiano. L’udienza è stata aggiornata al 3 maggio, quando il giudice deciderà sulla concessione dell’abbreviato. 

mo.c.

 

Per saperne di più leggi il Corriere di Novara in edicola giovedì 14 aprile