Adotta un’area verde, risparmi sulle tasse

Adotta un’area verde, risparmi sulle tasse
10 Aprile 2015 ore 15:17

GALLIATE – Da quest’anno, per tutte le attività commerciali ed imprenditoriali, sarà possibile ridurre anche in maniera sensibile la tassa sui rifiuti, dando una mano al Comune nella manutenzione del verde pubblico. La proposta era già stata lanciata l’anno scorso, ma – probabilmente per la novità – non aveva incontrato grande seguito. Ma il Comune, convinto della validità dell’idea, la ripropone.
«In realtà – dice il sindaco Davide Ferrari, fermamente convinto della bontà dell’idea – il concetto è molto semplice. Il Comune affronta delle spese per la manutenzione ordinaria di aiuole, parchi, aree verdi. Se un commerciante o un imprenditore si prende carico della gestione di una aiuola o un parco, l’importo che sarebbe stato sostenuto dal Comune verrà scontato dalla tassa sui rifiuti di chi se ne prende carico. Il Comune ha un costo in meno (la manutenzione del verde) bilanciato da una entrata in meno (lo sconto sulla tassa dei rifiuti)».

GALLIATE – Da quest’anno, per tutte le attività commerciali ed imprenditoriali, sarà possibile ridurre anche in maniera sensibile la tassa sui rifiuti, dando una mano al Comune nella manutenzione del verde pubblico. La proposta era già stata lanciata l’anno scorso, ma – probabilmente per la novità – non aveva incontrato grande seguito. Ma il Comune, convinto della validità dell’idea, la ripropone.
«In realtà – dice il sindaco Davide Ferrari, fermamente convinto della bontà dell’idea – il concetto è molto semplice. Il Comune affronta delle spese per la manutenzione ordinaria di aiuole, parchi, aree verdi. Se un commerciante o un imprenditore si prende carico della gestione di una aiuola o un parco, l’importo che sarebbe stato sostenuto dal Comune verrà scontato dalla tassa sui rifiuti di chi se ne prende carico. Il Comune ha un costo in meno (la manutenzione del verde) bilanciato da una entrata in meno (lo sconto sulla tassa dei rifiuti)».
A Galliate esistono un centinaio di aree verdi per i quali si spendono cifre molto differenti tra loro. «Per esempio – ricorda il sindaco – una fioriera in piazza Martiri “costa” in manutenzione circa 60 euro all’anno. Una aiuola con pianta (per esempio in piazza Statuto) costa 120 euro. Un parchetto giochi può arrivare ai 1.500 euro… Ma esistono anche aree molto grandi in zona industriale dove vi sono degli appezzamenti anche di 10.000 metri quadrati, il cui costo (e quindi il potenziale sconto) è pari a 5.000 euro e più».
Ovviamente il commerciante o l’impresa che si prende a carico un’area dovrà rispettare un numero minimo di tagli (mediamente 7 o 8) e per la manutenzione potrà affidarsi a risorse anche interne e non dovrà sostenere costi aggiuntivi di smaltimento.
Il sindaco è convinto che «sia una opportunità per molti: le imprese potrebbero utilizzare i propri operai per sfalciare i prati della zona industriale a costo quasi zero (avendone per contro uno sconto consistente sulla tassa rifiuti), ma anche un singolo commerciante potrebbe prendersi cura dell’aiuola o della fioriera di fronte al suo negozio con costi bassissimi, beneficiando dello sconto e rendendo al tempo stesso più bella la zona antistante la propria attività.
In più l’attività commerciale potrà esporre, a proprie spese, un cartello che indica chi mantiene l’area».
Ma, ragionando “in soldoni”, quanto conviene aderire alla proposta di “adozione” di un’area verde? «A volte – sottolinea Ferrari – lo sconto può abbattere interamente la tassa. Per aderire al servizio basta andare sul sito internet del Comune, consultare il “catalogo” delle aree a disposizione (vedi box a lato) e compilare il modulo di richiesta di adesione. L’importo verrà rimborsato alla scadenza del saldo della Tariffa rifiuti, una volta verificata la correttezza del lavoro compiuto».

Laura Cavalli

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei