Agenti della Forestale in Provincia per la vicenda amianto a Vespolate

Agenti della Forestale in Provincia per la vicenda amianto a Vespolate
07 Luglio 2015 ore 22:28

NOVARA – Lavori bloccati a Vespolate per il pietrisco d’amianto presente lungo alcune strade di campagna del comune della Bassa Novarese. Una vicenda che si protrae dal 2007. Diverse le problematiche che hanno portato a questa situazione, a partire da vicende di natura tecnica sino al fatto che la ditta vincitrice della gara d’appalto, nella primavera scorsa, era stata segnalata dalla Prefettura di Bergamo alla Provincia di Novara come ‘eliminata’ dalla “White list”, elenco di imprese che possono lavorare con la pubblica amministrazione. E, pertanto, era stata estromessa dai lavori dalla Provincia.

Ora il consigliere provinciale con delega all’Ambiente, Giuseppe Cremona, come ha spiegato oggi pomeriggio, martedì 7 luglio, in una conferenza stampa a Palazzo Natta, ha intenzione di chiedere un incontro all’assessore regionale competente, Alberto Valmaggia, affinché venga trovata una soluzione e i lavori possano ripartire, “perché l’amianto continua così a restare sulle nostre strade e nessuno di noi vuole che accada questo”.

Una conferenza che ha fatto seguito all’arrivo, in mattinata, in Provincia, della Forestale di Novara, giunta a Palazzo Natta su richiesta della Procura per sequestrare una serie di documenti, come conferma proprio Cremona, “attinenti alla vicenda Vespolate. Da parte nostra massima collaborazione con la magistratura. Lasciamo che gli inquirenti facciano il proprio lavoro. Nel frattempo consegneremo i lavori alla seconda impresa in graduatoria”.

mo.c.

NOVARA – Lavori bloccati a Vespolate per il pietrisco d’amianto presente lungo alcune strade di campagna del comune della Bassa Novarese. Una vicenda che si protrae dal 2007. Diverse le problematiche che hanno portato a questa situazione, a partire da vicende di natura tecnica sino al fatto che la ditta vincitrice della gara d’appalto, nella primavera scorsa, era stata segnalata dalla Prefettura di Bergamo alla Provincia di Novara come ‘eliminata’ dalla “White list”, elenco di imprese che possono lavorare con la pubblica amministrazione. E, pertanto, era stata estromessa dai lavori dalla Provincia.

Ora il consigliere provinciale con delega all’Ambiente, Giuseppe Cremona, come ha spiegato oggi pomeriggio, martedì 7 luglio, in una conferenza stampa a Palazzo Natta, ha intenzione di chiedere un incontro all’assessore regionale competente, Alberto Valmaggia, affinché venga trovata una soluzione e i lavori possano ripartire, “perché l’amianto continua così a restare sulle nostre strade e nessuno di noi vuole che accada questo”.

Una conferenza che ha fatto seguito all’arrivo, in mattinata, in Provincia, della Forestale di Novara, giunta a Palazzo Natta su richiesta della Procura per sequestrare una serie di documenti, come conferma proprio Cremona, “attinenti alla vicenda Vespolate. Da parte nostra massima collaborazione con la magistratura. Lasciamo che gli inquirenti facciano il proprio lavoro. Nel frattempo consegneremo i lavori alla seconda impresa in graduatoria”.

mo.c.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei