Cronaca

Aggredisce e violenta una giovane: arrestato

Aggredisce e violenta una giovane: arrestato
Cronaca 06 Aprile 2016 ore 21:28

NOVARA  – Un 35enne tunisino è stato arrestato dai Carabinieri di Novara per una violenza sessuale avvenuta lo scorso novembre ai danni di una giovane rumena. L’arresto è avvenuto alcuni giorni fa a seguito delle indagini iniziate la notte dell’8 novembre scorso, quando la ragazza era stata convinta a seguirlo in una zona appartata e, quindi, stando all’accusa, sarebbe stata improvvisamente aggredita e costretta a subire la violenza. La rumena ha cercato di reagire. Avendo con sé una bomboletta di spray al peperoncino, l’ha spruzzato addosso all’aggressore, non riuscendo però a fuggire. L’uomo avrebbe reagito in maniera ancora più rabbiosa e, dopo averla fatta cadere a terra, le ha sottratto anche i soldi che aveva nella borsa. Dice di avere una pistola e così vince le poche resistenze della sua povera vittima. La violenza si era registrata in un’area appartata vicino la zona industriale del Centro Intermodale di Novara  e la giovane non era riuscita a riferire che pochi e scarni elementi investigativi. Aveva saputo riferire  il colore e il tipo della vettura, ma non il numero di targa, essendo frastornata dalla violenza e dalle percosse. Alcuni elementi relativi al suo aggressore avevano però consentito agli investigatori di  restringere il campo di ricerca e  ricostruire un primo identikit utile all’identificazione. La descrizione della macchina, della corporatura, della lingua parlata e gli abiti indossati hanno permesso ai Carabinieri di individuare 15 possibili sospettati  nei confronti dei quali è stato approntato un album fotografico.

La vittima ha riconosciuto subito il suo aggressore. L’arrestato è già conosciuto dalle Forze dell’Ordine e risulta recidivo per questa tipologia di aggressioni. Il 35enne si trova ora in carcere a Novara.

mo.c.

NOVARA  – Un 35enne tunisino è stato arrestato dai Carabinieri di Novara per una violenza sessuale avvenuta lo scorso novembre ai danni di una giovane rumena. L’arresto è avvenuto alcuni giorni fa a seguito delle indagini iniziate la notte dell’8 novembre scorso, quando la ragazza era stata convinta a seguirlo in una zona appartata e, quindi, stando all’accusa, sarebbe stata improvvisamente aggredita e costretta a subire la violenza. La rumena ha cercato di reagire. Avendo con sé una bomboletta di spray al peperoncino, l’ha spruzzato addosso all’aggressore, non riuscendo però a fuggire. L’uomo avrebbe reagito in maniera ancora più rabbiosa e, dopo averla fatta cadere a terra, le ha sottratto anche i soldi che aveva nella borsa. Dice di avere una pistola e così vince le poche resistenze della sua povera vittima. La violenza si era registrata in un’area appartata vicino la zona industriale del Centro Intermodale di Novara  e la giovane non era riuscita a riferire che pochi e scarni elementi investigativi. Aveva saputo riferire  il colore e il tipo della vettura, ma non il numero di targa, essendo frastornata dalla violenza e dalle percosse. Alcuni elementi relativi al suo aggressore avevano però consentito agli investigatori di  restringere il campo di ricerca e  ricostruire un primo identikit utile all’identificazione. La descrizione della macchina, della corporatura, della lingua parlata e gli abiti indossati hanno permesso ai Carabinieri di individuare 15 possibili sospettati  nei confronti dei quali è stato approntato un album fotografico.

La vittima ha riconosciuto subito il suo aggressore. L’arrestato è già conosciuto dalle Forze dell’Ordine e risulta recidivo per questa tipologia di aggressioni. Il 35enne si trova ora in carcere a Novara.

mo.c.

Seguici sui nostri canali