Cronaca

Ai domiciliari per violenza sessuale e minacce un 38enne novarese

Ai domiciliari per violenza sessuale e minacce un 38enne novarese
Cronaca 02 Dicembre 2015 ore 21:34

CERANO – Un 38enne residente a Cerano, nel Novarese, ma originario di Vigevano, è finito agli arresti domiciliari con le accuse di violenza sessuale, lesioni personali e minacce aggravate.
Lo scorso febbraio, come riferito dai Carabinieri di Vigevano, pare abbia minacciato di morte, puntandole contro un coltello, una prostituta di 44 anni. Non solo: stando alle accuse, l’avrebbe anche percossa più volte.
Suo obiettivo, stando alle accuse, ottenere rapporti non protetti con la 44enne, che si rifiutava. A finire ai domiciliari è T.M., che aveva conosciuto la donna sull’ex strada statale Vigevanese (la s.p. 494), proprio nel territorio di Vigevano, dove la donna si prostituiva.
L’aveva portata nel suo appartamento, dove ci sarebbero state le minacce e le botte. La donna aveva rimediato ferite al voto per una prognosi di 10 giorni. L’uomo, rintracciato, è stato condotto nella sua casa, dove ora è sottoposto ai domiciliari, come disposto dall’Autorità giudiziaria pavese.

mo.c.

CERANO – Un 38enne residente a Cerano, nel Novarese, ma originario di Vigevano, è finito agli arresti domiciliari con le accuse di violenza sessuale, lesioni personali e minacce aggravate.
Lo scorso febbraio, come riferito dai Carabinieri di Vigevano, pare abbia minacciato di morte, puntandole contro un coltello, una prostituta di 44 anni. Non solo: stando alle accuse, l’avrebbe anche percossa più volte.
Suo obiettivo, stando alle accuse, ottenere rapporti non protetti con la 44enne, che si rifiutava. A finire ai domiciliari è T.M., che aveva conosciuto la donna sull’ex strada statale Vigevanese (la s.p. 494), proprio nel territorio di Vigevano, dove la donna si prostituiva.
L’aveva portata nel suo appartamento, dove ci sarebbero state le minacce e le botte. La donna aveva rimediato ferite al voto per una prognosi di 10 giorni. L’uomo, rintracciato, è stato condotto nella sua casa, dove ora è sottoposto ai domiciliari, come disposto dall’Autorità giudiziaria pavese.

mo.c.