La conferenza della discordia

Alberto Gusmeroli vs Amici del Lago: è guerra

Alberto Gusmeroli vs Amici del Lago: è guerra
Arona, 22 Febbraio 2020 ore 06:42

Alberto Gusmeroli vs Amici Del Lago: il sindaco non ha preso bene la conferenza stampa dell’associazione sulla qualità delle acqua in città, in “periodo elettorale”.

Gusmeroli vs Amici Del Lago

“Spiace – dice il sindaco Alberto Gusmeroli – che l’associazione Amici del lago e i suoi rappresentanti utilizzino il tema ambientale per la campagna elettorale. Spiace ricevere questo genere di critiche da persone che per altro hanno sostenuto apertamente e tuttora sostengono il candidato e i candidati che si sono presentati alle elezioni nel campo avverso rispetto all’attuale Amministrazione”.

E’ dura la replica dell’attuale primo cittadino alla conferenza stampa degli Amici del Lago tenutasi in settimana. Oggetto del contendere la qualità delle acque del lago legata strettamente agli allacci fognari.

La posizione degli Amici del Lago – Circolo locale di Legambiente

“La legge 152 del 1999 sulla depurazione delle acque – che recepisce una direttiva europea – prevedeva che entro il 2005 i comuni tra i 10.000 e 15.000 abitanti dovevano mettersi a norma – spiega Roberto Signorelli – Quindi lasciava 5 anni di tempo. Ora a 15 anni dalla scadenza e a 20 dall’entrata in vigore della legge, ad Arona abbiamo ancora 3 punti fortemente inquinati (foce Vevera, sfioratore rio S.Luigi e fosso Arlasca). Negli ultimi 10 anni indubbiamente qualcosa è stato fatto. Ma dei 4 punti inquinati che sino dal lontano 2013 abbiamo iniziato a monitorare come Goletta dei Laghi e come circolo locale di Legambiente, solo il lungolago Marconi è rientrato nella norma. Arona insieme a Luino e Laveno e parzialmente Ispra presentano le situazioni più critiche del Verbano. Stresa, Lesa, Verbania, Baveno e tutti i comuni del Verbano piemontese sono a norma! Questi sono i dati di fatto oggettivi supportati dai numeri delle analisi microbiologiche. Tutto il resto, parole e commenti più o meno politici a giustificazione o a favore di questo o di quello non ci interessano. Le acque devono tornare nella norma come impone la direttiva europea e come si merita il nostro lago. Nessuno pretende la bacchetta magica, ma dopo 15 anni dalla scadenza, direi che il tempo a disposizione era più che sufficiente e come Aronesi è il minimo che possiamo pretendere”.

Così Gusmeroli

“La mia Amministrazione, a differenza di tutte quelle passate, ha effettuato numerosissimi interventi sul tema ambientale, realizzando rifacimenti fognari e allacciamenti fognari mai portati a termine precedentemente. Questa Amministrazione ha messo da subito, nel 2010, l’ambiente alla base del proprio programma elettorale e ha raggiunto risultati insperabili per una città che per esempio nei decenni dal 1960 al 2000 ha visto edificare indistintamente su prati, fiumi, rii e torrenti, senza che nessuno dicesse nulla. Siamo riusciti ad aumentare la percentuale di raccolta differenziata, passando dal 58% all’83%. Abbiamo pedonalizzato ampie parti della città e creato piste ciclabili per Arona. Ecco perché siamo amareggiati che siano stati pubblicati con questa enfasi risultati delle analisi sul Vevera e sul rio San Luigi quando questa stessa Amministrazione ha avuto il merito di individuare un intero condominio che scarica nel San Luigi. Siccome il fatto è noto, come è noto che non è ancora stato effettuato l’allacciamento fognario, è pacifico che i valori in quel luogo non possano essere a norma. Per quanto riguarda il Vevera invece, segnalo che sono in corso attività in collaborazione con Acque, che ci permetteranno di rendere adeguate le condizioni di quel torrente”.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità