Cronaca

Allarme gatti avvelenati a Dagnente

Allarme gatti avvelenati a Dagnente
Cronaca 03 Aprile 2016 ore 11:04

ARONA - Allarme gatti avvelenati nella frazione aronese di Dagnente: «Come già successo più volte negli anni passati, ecco che si ripresenta il problema». A sollevare la questione nei giorni scorsi una cittadina, Elena Ronchi. Ha voluto raccontare la sua storia perché si conoscesse la situazione, senza che cada ancora una volta nel dimenticatoio, dopo aver in pochi giorni trovato senza vita due suoi gatti, Cleo di 4 anni e Gary di 2 anni (oltre ad un altro rinvenuto morto nella piazza della frazione). Negli ultimi sei anni era già accaduto ad altri dieci suoi mici: «Personalmente ho già perso diversi gatti per colpa di questa barbarie, in questi giorni mancano anche all'appello altri gatti così come non più di un annetto fa ne sono stati trovati morti parecchi, tutti a causa di questi maledetti veleni e della brutta gente che li sparge. Dobbiamo trovare una soluzione». Ha sporto denuncia contro ignoti alla caserma dei carabinieri di Arona e ha aperto anche un gruppo su Facebook “Giustizia per Gary”, il suo micio di appena due anni “ucciso” da sospetti bocconi avvelenati: «La crudeltà e l'ignoranza degli uomini lo hanno portato via, con il mezzo più diffuso e abietto, il veleno. Come lui, ogni giorno decine e decine di animali domestici vengono uccisi con la medesima crudeltà, sempre per futili motivi. Gary, in particolare, è solo l'ultima vittima di una lunga serie di gatti sterminati nelle zone di Dagnente e paesini limitrofi. Per anni, ormai, uno o più killer sono stati attivi periodicamente in quell'area aggredendo con tanta spietatezza i piccoli innocui animali. Adesso basta».

«Il problema dei bocconi avvelenati va risolto – sottolinea un’altra cittadina - Il pericolo é reale, cerchiamo una soluzione».  Il sostegno è arrivato dalla Lav Arona che in collaborazione con l’Amministrazione comunale ha provveduto ad un’opera capillare di volantinaggio. Sui volantini affissi si legge: “Sono stati avvelenati alcuni gatti sul territorio, vi invitiamo a prestare la massima attenzione a ciò che i vostri amici a quattro zampe possono mangiare mentre sono fuori casa. Di tutto ciò è stata sporta regolare denuncia ai carabinieri di Arona. Ci auspichiamo che questi fatti non debbano più accadere e che i colpevoli vengano giustamente puniti. Se qualcuno fosse in possesso di qualsiasi informazione utile al fine delle indagini può inviare una e-mail a lav.arona@lav.it; se si preferisce invece l'anonimato inviare una lettera all’indirizzo Lav presso Centro incontro, via San Carlo 32, Arona”.

m.n.b.

ARONA - Allarme gatti avvelenati nella frazione aronese di Dagnente: «Come già successo più volte negli anni passati, ecco che si ripresenta il problema». A sollevare la questione nei giorni scorsi una cittadina, Elena Ronchi. Ha voluto raccontare la sua storia perché si conoscesse la situazione, senza che cada ancora una volta nel dimenticatoio, dopo aver in pochi giorni trovato senza vita due suoi gatti, Cleo di 4 anni e Gary di 2 anni (oltre ad un altro rinvenuto morto nella piazza della frazione). Negli ultimi sei anni era già accaduto ad altri dieci suoi mici: «Personalmente ho già perso diversi gatti per colpa di questa barbarie, in questi giorni mancano anche all'appello altri gatti così come non più di un annetto fa ne sono stati trovati morti parecchi, tutti a causa di questi maledetti veleni e della brutta gente che li sparge. Dobbiamo trovare una soluzione». Ha sporto denuncia contro ignoti alla caserma dei carabinieri di Arona e ha aperto anche un gruppo su Facebook “Giustizia per Gary”, il suo micio di appena due anni “ucciso” da sospetti bocconi avvelenati: «La crudeltà e l'ignoranza degli uomini lo hanno portato via, con il mezzo più diffuso e abietto, il veleno. Come lui, ogni giorno decine e decine di animali domestici vengono uccisi con la medesima crudeltà, sempre per futili motivi. Gary, in particolare, è solo l'ultima vittima di una lunga serie di gatti sterminati nelle zone di Dagnente e paesini limitrofi. Per anni, ormai, uno o più killer sono stati attivi periodicamente in quell'area aggredendo con tanta spietatezza i piccoli innocui animali. Adesso basta».

«Il problema dei bocconi avvelenati va risolto – sottolinea un’altra cittadina - Il pericolo é reale, cerchiamo una soluzione».  Il sostegno è arrivato dalla Lav Arona che in collaborazione con l’Amministrazione comunale ha provveduto ad un’opera capillare di volantinaggio. Sui volantini affissi si legge: “Sono stati avvelenati alcuni gatti sul territorio, vi invitiamo a prestare la massima attenzione a ciò che i vostri amici a quattro zampe possono mangiare mentre sono fuori casa. Di tutto ciò è stata sporta regolare denuncia ai carabinieri di Arona. Ci auspichiamo che questi fatti non debbano più accadere e che i colpevoli vengano giustamente puniti. Se qualcuno fosse in possesso di qualsiasi informazione utile al fine delle indagini può inviare una e-mail a lav.arona@lav.it; se si preferisce invece l'anonimato inviare una lettera all’indirizzo Lav presso Centro incontro, via San Carlo 32, Arona”.

m.n.b.

Seguici sui nostri canali