Cronaca

Allarme sicurezza a Trecate, una decina gli appartamenti svaligiati

Allarme sicurezza a Trecate, una decina gli appartamenti svaligiati
Cronaca 24 Novembre 2016 ore 14:51

TRECATE – Dalla recente ondata di furti a Cerano agli episodi del tutto simili verificatisi nei giorni scorsi anche a Trecate, il tema della sicurezza torna prepotentemente in primo piano. Per contrastare le razzìe dei malviventi, che predano mettendo spesso a ferro e fuoco le case dei cittadini con raid velocissimi approfittando dell’assenza dei proprietari, si punta sulla videosorveglianza e sulla proposta, ad esempio a Cerano, di estendere dei controlli di vicinato. E mentre si valuta come intervenire, mentre si stanziano fondi aggiuntivi per proteggere meglio i centri abitati, i ladri purtroppo proseguono la loro attività. Nella sola giornata di domenica 20 novembre in città si sarebbero verificati una decina di furti in abitazione. Lo denuncia pubblicamente un  lettore, che ha contattato la nostra redazione. Residente in una zona piuttosto centrale di Trecate, mentre domenica si trovava al piano superiore della sua villetta indipendente con la famiglia, all’ora di cena, al piano inferiore i ladri sono riusciti, incredibilmente indisturbati, a svaligiarla dei beni di valore. Il ‘colpo’ delle 19.30 però, a quanto risulta al cittadino, non sarebbe stato l’unico. Nello stesso pomeriggio e nella stessa zona si sono registrati furti a catena in almeno altri cinque appartamenti.E sulla questione della videosorveglianza si scatena la polemica politica. A seguito della notizia diffusa dall’Amministrazione comunale dell’installazione di nuove telecamere sul territorio trecatese, il gruppo di opposizione “Nel cuore di Trecate” rivendica alla precedente Amministrazione, di cui faceva parte, lo stanziamento dei fondi per il potenziamento della videosorveglianza.Arianna MartelliDaniela UgliettiLeggi di più sul Corriere di Novara di giovedì 24 novembre 2016

TRECATE – Dalla recente ondata di furti a Cerano agli episodi del tutto simili verificatisi nei giorni scorsi anche a Trecate, il tema della sicurezza torna prepotentemente in primo piano. Per contrastare le razzìe dei malviventi, che predano mettendo spesso a ferro e fuoco le case dei cittadini con raid velocissimi approfittando dell’assenza dei proprietari, si punta sulla videosorveglianza e sulla proposta, ad esempio a Cerano, di estendere dei controlli di vicinato. E mentre si valuta come intervenire, mentre si stanziano fondi aggiuntivi per proteggere meglio i centri abitati, i ladri purtroppo proseguono la loro attività. Nella sola giornata di domenica 20 novembre in città si sarebbero verificati una decina di furti in abitazione. Lo denuncia pubblicamente un  lettore, che ha contattato la nostra redazione. Residente in una zona piuttosto centrale di Trecate, mentre domenica si trovava al piano superiore della sua villetta indipendente con la famiglia, all’ora di cena, al piano inferiore i ladri sono riusciti, incredibilmente indisturbati, a svaligiarla dei beni di valore. Il ‘colpo’ delle 19.30 però, a quanto risulta al cittadino, non sarebbe stato l’unico. Nello stesso pomeriggio e nella stessa zona si sono registrati furti a catena in almeno altri cinque appartamenti.E sulla questione della videosorveglianza si scatena la polemica politica. A seguito della notizia diffusa dall’Amministrazione comunale dell’installazione di nuove telecamere sul territorio trecatese, il gruppo di opposizione “Nel cuore di Trecate” rivendica alla precedente Amministrazione, di cui faceva parte, lo stanziamento dei fondi per il potenziamento della videosorveglianza.Arianna MartelliDaniela UgliettiLeggi di più sul Corriere di Novara di giovedì 24 novembre 2016