Cronaca

Alle casse automatiche con 700 euro di spesa, cercano di uscire senza pagare, ‘usando’ lo scontrino di chi li precede

Alle casse automatiche con 700 euro di spesa, cercano di uscire senza pagare, ‘usando’ lo scontrino di chi li precede
Cronaca 22 Febbraio 2016 ore 20:19

NOVARA – Riempiono il carrello di prodotti per un totale di ben 700 euro, quindi si avvicinano a una delle casse ‘Prestospesa’ (quelle automatiche, dove gli stessi clienti possono passare i prodotti e registrare i prezzi della merce), ma non pagano in alcun modo quanto hanno nel carrello e adottano un’altra strategia pur di portare a casa i prodotti in maniera gratuita.

Per qualche tempo attendono il loro turno, facendo finta di caricare i prodotti per poi pagarli. Ma alla fine, con tutta la merce nel carrello, cercano di uscire, approfittando del cliente che li precede, ‘utilizzando’ in qualche modo lo scontrino con il quale l’utente stava uscendo dalle casse. Vengono però immediatamente scoperti dal personale del supermercato. E’ successo nel fine settimana all’Esselunga di corso Vercelli. Sul posto i carabinieri, che hanno denunciato per furto un uomo e una donna novaresi.

mo.c.


NOVARA – Riempiono il carrello di prodotti per un totale di ben 700 euro, quindi si avvicinano a una delle casse ‘Prestospesa’ (quelle automatiche, dove gli stessi clienti possono passare i prodotti e registrare i prezzi della merce), ma non pagano in alcun modo quanto hanno nel carrello e adottano un’altra strategia pur di portare a casa i prodotti in maniera gratuita.

Per qualche tempo attendono il loro turno, facendo finta di caricare i prodotti per poi pagarli. Ma alla fine, con tutta la merce nel carrello, cercano di uscire, approfittando del cliente che li precede, ‘utilizzando’ in qualche modo lo scontrino con il quale l’utente stava uscendo dalle casse. Vengono però immediatamente scoperti dal personale del supermercato. E’ successo nel fine settimana all’Esselunga di corso Vercelli. Sul posto i carabinieri, che hanno denunciato per furto un uomo e una donna novaresi.

mo.c.


Seguici sui nostri canali