Stima dei danni

Alluvione in Piemonte: nel novarese necessari 48 interventi per oltre 36 milioni di euro

Secondo Arpa ci vorranno 200 anni per tornare alla normalità.

Alluvione in Piemonte: nel novarese necessari 48 interventi per oltre 36 milioni di euro
Novara, 08 Ottobre 2020 ore 06:34

Consegnata al Ministro dell’Interno una prima stima per oltre 360 interventi urgenti. Secondo Arpa ci vorranno 200 anni per tornare alla normalità.

Alluvione in Piemonte

Sono oltre 360 gli interventi urgenti che il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio ha presentato a Roma al ministro dell’Interno Luciana Lamorgese con una prima stima parziale dei danni provocati dagli eventi alluvionali che hanno interessato parte del Piemonte tra il 2 e il 3 ottobre.

I danni

La prima quantificazione dei danni alle infrastrutture e alle opere pubbliche ammonta ad oltre 150 milioni di euro, ma la cifra è destinata ad aumentare in maniera consistente dal momento che in circa metà dei Comuni è ancora in corso la valutazione delle conseguenze delle piogge straordinarie del weekend.

Sommando i danni alle opere pubbliche a quelli subiti dai privati, famiglie e aziende (industria, commercio, artigianato, agricoltura) la cifra complessiva si aggira intorno a un miliardo di euro.

Nel novarese

Il Novarese, dove è crollato il ponte che collega Romagnano Sesia e Gattinara, ha completato la prima stima dei danni evidenziando 48 interventi per oltre 36 milioni di euro, a cui si aggiungono i lavori di somma urgenza per il rispristino dei dissesti lungo il fiume Sesia a Sannazzaro (NO) e a Villata (VC) per circa 2,5 milioni di euro.

LEGGI ANCHE – Alluvione: a Mergozzo auto completamente sommerse dall’acqua VIDEO

Nel Vco

Nel Verbano Cusio Ossola gli straripamenti del fiume Toce e le forti piogge hanno provocato danni che richiederanno 73 interventi, di cui al momento ne sono stati quantificati una trentina per circa 20,6 milioni di euro.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Gite in treno
Curiosità