Cronaca

Altro giro, altra corsa: ad Arona apre il luna park del Tredicino

Altro giro, altra corsa: ad Arona apre il luna park del Tredicino
Cronaca 27 Febbraio 2016 ore 19:07

ARONA - “Altro giro altra corsa”, il Tredicino sta per tornare. Il 4 marzo si inaugura una nuova stagione del tradizionale luna park cittadino allestito in occasione della festa patronale. Alcuni operatori del parco divertimenti itinerante sono già arrivati in città e dall’inizio della settimana inizieranno con il montaggio delle giostre. Sono circa sessantacinque quelle che troveranno ancora una volta spazio in piazzale Aldo Moro per soddisfare il divertimento di grandi e piccini. «Scegliamo sempre le migliori», ha spiegato Omar Gennari. Grandi ritorni, come il Brucomela, il Taboga o il labirinto degli specchi, ma anche le attese new entry. Quest’anno la nuova attrazione sarà il “Sombrero” con cappelli messicani roteanti, non così estrema come quelle proposte negli ultimi due anni. Ha promesso di provarla anche il sindaco Alberto Gusmeroli che ogni anno in occasione dell’inaugurazione fa un giro d’apertura. Il taglio del nastro del tradizionale luna park venerdì, alle ore 16, avverrà alle porte del castello gonfiabile con i colori della città, il verde e il bianco, che per la prima volta verrà posizionato all’ingresso. Le giostre rimarranno in città fino al prossimo 20 marzo, tutti i pomeriggi della settimana dalle 14,30 alle 24 e nei weekend con apertura anche la mattina a partire dalle 10: «In totale tre domeniche e due settimane e un giorno», ha sottolineato il sindaco in occasione della conferenza stampa di giovedì 25 febbraio durante la quale è stato presentato il programma. Non mancheranno giornate a tema, come quella dello studente proprio nel pomeriggio di venerdì prossimo, e promozioni speciali, ad esempio per sportivi e disabili. Anche quest’anno il filo del divertimento va a braccetto con la solidarietà. Il ricavato della vendita di maglietta e gadget sarà destinato ad un’associazione cittadina, quest’anno individuata in “Aiutapsiche” guidata da Daniela Forti che ha sottolineato come i proventi «verranno utilizzati per la disabilità psichica». «Il lunapark itinerante ad Arona è uno dei luna park itineranti più grandi del Nord Italia– ha ricordato Sergio Fanchini – l’unico che utilizza gadget e che può vantare una mascotte». 

m.n.b.

ARONA - “Altro giro altra corsa”, il Tredicino sta per tornare. Il 4 marzo si inaugura una nuova stagione del tradizionale luna park cittadino allestito in occasione della festa patronale. Alcuni operatori del parco divertimenti itinerante sono già arrivati in città e dall’inizio della settimana inizieranno con il montaggio delle giostre. Sono circa sessantacinque quelle che troveranno ancora una volta spazio in piazzale Aldo Moro per soddisfare il divertimento di grandi e piccini. «Scegliamo sempre le migliori», ha spiegato Omar Gennari. Grandi ritorni, come il Brucomela, il Taboga o il labirinto degli specchi, ma anche le attese new entry. Quest’anno la nuova attrazione sarà il “Sombrero” con cappelli messicani roteanti, non così estrema come quelle proposte negli ultimi due anni. Ha promesso di provarla anche il sindaco Alberto Gusmeroli che ogni anno in occasione dell’inaugurazione fa un giro d’apertura. Il taglio del nastro del tradizionale luna park venerdì, alle ore 16, avverrà alle porte del castello gonfiabile con i colori della città, il verde e il bianco, che per la prima volta verrà posizionato all’ingresso. Le giostre rimarranno in città fino al prossimo 20 marzo, tutti i pomeriggi della settimana dalle 14,30 alle 24 e nei weekend con apertura anche la mattina a partire dalle 10: «In totale tre domeniche e due settimane e un giorno», ha sottolineato il sindaco in occasione della conferenza stampa di giovedì 25 febbraio durante la quale è stato presentato il programma. Non mancheranno giornate a tema, come quella dello studente proprio nel pomeriggio di venerdì prossimo, e promozioni speciali, ad esempio per sportivi e disabili. Anche quest’anno il filo del divertimento va a braccetto con la solidarietà. Il ricavato della vendita di maglietta e gadget sarà destinato ad un’associazione cittadina, quest’anno individuata in “Aiutapsiche” guidata da Daniela Forti che ha sottolineato come i proventi «verranno utilizzati per la disabilità psichica». «Il lunapark itinerante ad Arona è uno dei luna park itineranti più grandi del Nord Italia– ha ricordato Sergio Fanchini – l’unico che utilizza gadget e che può vantare una mascotte». 

m.n.b.