Cronaca

Ammanchi in una serie di condomini di Novara: in aula Albeltaro

Ammanchi in una serie di condomini di Novara: in aula Albeltaro
Cronaca 26 Ottobre 2015 ore 08:26

NOVARA – E’ atteso per oggi, lunedì 26 ottobre, in Tribunale a Novara, il processo con rito abbreviato nei confronti di Stefano Albeltaro, il 49enne geometra accusato di furto aggravato, appropriazione indebita aggravata e continuata, falso e truffa per una quarantina di episodi legati ad ammanchi in una serie di condomini da lui amministrati a Novara.

Una scelta, quella del rito abbreviato, effettuata alla scorsa udienza. Il professionista è difeso sin da subito, sin dai primi momenti in cui è emersa la vicenda (erano i primi mesi dello scorso anno), dall’avvocato Celestino Corica.

Otto le parti offese, sette condomini e la moglie separata. In tre hanno presentato richiesta di costituzione di parte civile, il condominio “Galileo” di via Galilei 31 con l’avvocato Carla Zucco, il condominio “San Gaudenzio” con l’avvocato Elisabetta Borgia e la moglie separata con l’avvocato Renzo Inghilleri. Nessun altro, alla precedente udienza, era presente per i rimanenti condomini dove si sarebbero registrati i presunti ammanchi.

La vicenda era emersa a inizio 2014 con i primi condomini che iniziavano a trovarsi ‘piombati’ da Italgas gli impianti, con famiglie al freddo, pur avendo versato tutti i denari dovuti.

mo.c.


NOVARA – E’ atteso per oggi, lunedì 26 ottobre, in Tribunale a Novara, il processo con rito abbreviato nei confronti di Stefano Albeltaro, il 49enne geometra accusato di furto aggravato, appropriazione indebita aggravata e continuata, falso e truffa per una quarantina di episodi legati ad ammanchi in una serie di condomini da lui amministrati a Novara.

Una scelta, quella del rito abbreviato, effettuata alla scorsa udienza. Il professionista è difeso sin da subito, sin dai primi momenti in cui è emersa la vicenda (erano i primi mesi dello scorso anno), dall’avvocato Celestino Corica.

Otto le parti offese, sette condomini e la moglie separata. In tre hanno presentato richiesta di costituzione di parte civile, il condominio “Galileo” di via Galilei 31 con l’avvocato Carla Zucco, il condominio “San Gaudenzio” con l’avvocato Elisabetta Borgia e la moglie separata con l’avvocato Renzo Inghilleri. Nessun altro, alla precedente udienza, era presente per i rimanenti condomini dove si sarebbero registrati i presunti ammanchi.

La vicenda era emersa a inizio 2014 con i primi condomini che iniziavano a trovarsi ‘piombati’ da Italgas gli impianti, con famiglie al freddo, pur avendo versato tutti i denari dovuti.

mo.c.