Cronaca

Anche la Bassa sarà ‘cardioprotetta’

Anche la Bassa sarà ‘cardioprotetta’
Cronaca 21 Settembre 2015 ore 04:49

VESPOLATE - Anche la Bassa Novarese sarà ‘cardioprotetta’. Dal momento che si espande in provincia il progetto della Croce Rossa Italiana Comitato locale di Novara che punta a creare una rete di sicurezza per la salute pubblica attraverso il posizionamento di defibrillatori - strumenti fondamentali per il soccorso in caso di emergenza cardiologica - in una serie di spazi pubblici selezionati. Dopo l’avvio in città, dallo scorso dicembre 2014, il progetto si espande e vede oggi nascere “Vespolate ci sta a cuore”, l’accordo tra Cri e Comune di Vespolate per il posizionamento di un defibrillatore in paese. «Il primo in provincia del Comitato Locale di Novara», ha tenuto a evidenziare il presidente Cri Paolo Pellizzari, affiancato dal sindaco di Vespolate Pierluigi Migliavacca che ha fatto invece gli onori di casa domenica sera 6 settembre durante la consegna ufficiale dell’apparecchiatura nell’ambito della festa del “Settembre vespolino”. Pellizzari ha spiegato che il defibrillatore - donato al Comune grazie al finanziamento della Edil Coim srl di Novara che conta una socia vespolina, Alessandra Farruggia, lieta di dare così un contributo a vantaggio della collettività di cui fa parte - sarà collocato sotto i portici del Municipio. La Cri si occuperà di manutenzione e formazione continua dei volontari (a breve un incontro pubblico di presentazione del progetto) che saranno poi in grado di utilizzare l’apparecchio in situazioni di emergenza.

Arianna Martelli

VESPOLATE - Anche la Bassa Novarese sarà ‘cardioprotetta’. Dal momento che si espande in provincia il progetto della Croce Rossa Italiana Comitato locale di Novara che punta a creare una rete di sicurezza per la salute pubblica attraverso il posizionamento di defibrillatori - strumenti fondamentali per il soccorso in caso di emergenza cardiologica - in una serie di spazi pubblici selezionati. Dopo l’avvio in città, dallo scorso dicembre 2014, il progetto si espande e vede oggi nascere “Vespolate ci sta a cuore”, l’accordo tra Cri e Comune di Vespolate per il posizionamento di un defibrillatore in paese. «Il primo in provincia del Comitato Locale di Novara», ha tenuto a evidenziare il presidente Cri Paolo Pellizzari, affiancato dal sindaco di Vespolate Pierluigi Migliavacca che ha fatto invece gli onori di casa domenica sera 6 settembre durante la consegna ufficiale dell’apparecchiatura nell’ambito della festa del “Settembre vespolino”. Pellizzari ha spiegato che il defibrillatore - donato al Comune grazie al finanziamento della Edil Coim srl di Novara che conta una socia vespolina, Alessandra Farruggia, lieta di dare così un contributo a vantaggio della collettività di cui fa parte - sarà collocato sotto i portici del Municipio. La Cri si occuperà di manutenzione e formazione continua dei volontari (a breve un incontro pubblico di presentazione del progetto) che saranno poi in grado di utilizzare l’apparecchio in situazioni di emergenza.

Arianna Martelli

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter