Ancora bandiera arancione per Santa Maria Maggiore

Ancora bandiera arancione per Santa Maria Maggiore
30 Marzo 2015 ore 04:03

SANTA MARIA MAGGIORE – Rinnovata la Bandiera Arancione a Santa Maria Maggiore. “capitale” della Valle Vigezzo nella provincia del Verbano Cusio Ossola. Il marchio del Touring Club Italiano è di certo uno dei più ambiti a livello nazionale e a distanza di sei anni dal primo importante riconoscimento, avvenuto appunto nel 2009, il Comune di Santa Maria Maggiore continua ad essere premiato quale località che, oltre al riconosciuto patrimonio storico, culturale e ambientale di pregio, è in grado di offrire un’accoglienza turistica di qualità.

«Per noi è un’importante conferma – dichiara il sindaco Claudio Cottini, presente venerdì mattina alla cerimonia svoltasi a Milano, a Palazzo Marino – che attesta ancora una volta il livello qualitativo della nostra offerta turistica e della capacità del Comune di valorizzare sempre più e sempre meglio il patrimonio artistico e ambientale di questo territorio». L’analisi per assegnare il riconoscimento di bandiera arancione viene condotta dal Touring Club attraverso la valutazione di oltre 250 indicatori raggruppati in cinque macro-aree (accoglienza, ricettività e servizi complementari, fattori di attrazione turistica, qualità ambientale, struttura e qualità della località). A livello nazionale, su oltre 2000 candidature solo il 9% i borghi ha ricevuto il riconoscimento e per loro c’è stato un miglioramento turistico (il 67% ha aperto nuove strutture ristorative, il 76% nuovi esercizi commerciali), un incremento dei visitatori (+43% arrivi, +35% presenze), un aumento della capacità ricettiva (+79% strutture, +65% posti letto) e persino una crescita dei residenti dell’8%. Questo perché «la bandiera arancione – ha sottolineato Fulvio Gazzola, presidente dell’associazione dei paesi bandiera arancione – è un condizionamento che si sente: devi tagliare l’erba, mettere a posto i cartelli, tenere aperti i musei». Santa Maria Maggiore è dunque parte dei 24 comuni piemontesi (in crescita rispetto alla scorsa edizione) premiati venerdì a Milano.

Marco De Ambrosis

SANTA MARIA MAGGIORE – Rinnovata la Bandiera Arancione a Santa Maria Maggiore. “capitale” della Valle Vigezzo nella provincia del Verbano Cusio Ossola. Il marchio del Touring Club Italiano è di certo uno dei più ambiti a livello nazionale e a distanza di sei anni dal primo importante riconoscimento, avvenuto appunto nel 2009, il Comune di Santa Maria Maggiore continua ad essere premiato quale località che, oltre al riconosciuto patrimonio storico, culturale e ambientale di pregio, è in grado di offrire un’accoglienza turistica di qualità.

«Per noi è un’importante conferma – dichiara il sindaco Claudio Cottini, presente venerdì mattina alla cerimonia svoltasi a Milano, a Palazzo Marino – che attesta ancora una volta il livello qualitativo della nostra offerta turistica e della capacità del Comune di valorizzare sempre più e sempre meglio il patrimonio artistico e ambientale di questo territorio». L’analisi per assegnare il riconoscimento di bandiera arancione viene condotta dal Touring Club attraverso la valutazione di oltre 250 indicatori raggruppati in cinque macro-aree (accoglienza, ricettività e servizi complementari, fattori di attrazione turistica, qualità ambientale, struttura e qualità della località). A livello nazionale, su oltre 2000 candidature solo il 9% i borghi ha ricevuto il riconoscimento e per loro c’è stato un miglioramento turistico (il 67% ha aperto nuove strutture ristorative, il 76% nuovi esercizi commerciali), un incremento dei visitatori (+43% arrivi, +35% presenze), un aumento della capacità ricettiva (+79% strutture, +65% posti letto) e persino una crescita dei residenti dell’8%. Questo perché «la bandiera arancione – ha sottolineato Fulvio Gazzola, presidente dell’associazione dei paesi bandiera arancione – è un condizionamento che si sente: devi tagliare l’erba, mettere a posto i cartelli, tenere aperti i musei». Santa Maria Maggiore è dunque parte dei 24 comuni piemontesi (in crescita rispetto alla scorsa edizione) premiati venerdì a Milano.

Marco De Ambrosis

 

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei