Ancora un vandalismo all’auto del consigliere comunale Negri

Ancora un vandalismo all’auto del consigliere comunale Negri
Cronaca 20 Settembre 2015 ore 09:04

NOVARA – E’ successo ancora. Nuovamente un atto vandalico ai danni dell’autovettura del consigliere comunale Sandro Negri, da sempre impegnato in attività podistiche (dal Grand Prix Città di Novara alla Mezzamaratona di S. Gaudenzio) e mille altre iniziative, a partire dal Pedibus per i bambini di S. Agabio.

Il veicolo è stato trovato, sabato mattina 19 settembre, con tutte le gomme bucate, tagliate da qualcuno che, nel corso della notte, si è ‘dilettato’ a compiere questo gesto vandalico. L’auto era parcheggiata in via Bossi, dove il consigliere abita, e qui è stata presa di mira. Come anticipato, non è la prima volta che succede. Un altro episodio si era registrato qualche mese fa e un altro ancora negli scorsi anni. Comprensibile lo sfogo del consigliere sul social network Facebook. “Se mi chiamavi anche a qualsiasi ora, avremmo potuto parlarne – scrive (ipotizzando probabilmente un ‘regalo’ di qualche persona a cui non sta simpatico) – Certo che è molto più facile fare queste vigliaccate. Anche se credo proprio di non meritarmele… ma visto come va il mondo, non mi meraviglio”.

mo.c.

 


NOVARA – E’ successo ancora. Nuovamente un atto vandalico ai danni dell’autovettura del consigliere comunale Sandro Negri, da sempre impegnato in attività podistiche (dal Grand Prix Città di Novara alla Mezzamaratona di S. Gaudenzio) e mille altre iniziative, a partire dal Pedibus per i bambini di S. Agabio.

Il veicolo è stato trovato, sabato mattina 19 settembre, con tutte le gomme bucate, tagliate da qualcuno che, nel corso della notte, si è ‘dilettato’ a compiere questo gesto vandalico. L’auto era parcheggiata in via Bossi, dove il consigliere abita, e qui è stata presa di mira. Come anticipato, non è la prima volta che succede. Un altro episodio si era registrato qualche mese fa e un altro ancora negli scorsi anni. Comprensibile lo sfogo del consigliere sul social network Facebook. “Se mi chiamavi anche a qualsiasi ora, avremmo potuto parlarne – scrive (ipotizzando probabilmente un ‘regalo’ di qualche persona a cui non sta simpatico) – Certo che è molto più facile fare queste vigliaccate. Anche se credo proprio di non meritarmele… ma visto come va il mondo, non mi meraviglio”.

mo.c.