Cronaca

Arrestato 35enne, che picchiava moglie e figli

Arrestato 35enne, che picchiava moglie e figli
Cronaca 16 Febbraio 2016 ore 19:28

NOVARA – Un 35enne marocchino, B.A. le sue iniziali, è stato tratto in arresto in flagranza di reato per maltrattamenti dalla Polizia di Novara.

L’uomo, stando a quanto riferito dalle Forze dell’Ordine, aveva sottoposto la moglie italiana e i due figli a continui litigi e aggressioni verbali, culminati in una spirale di violenza che, negli ultimi giorni, si è fatta sempre più pesante. Tutto ha avuto inizio nella casa famigliare, dove una lite avviata per futi motivi, ossia farsi consegnare del denaro per acquistare alcolici, è degenerata velocemente. Dapprima in un’aggressione verbale e, quindi, è andata subito alle vie di fatto. L’uomo ha prima insultato la donna e poi, stando alla Polizia, le avrebbe scagliato contro un posacenere e altri oggetti di casa, rischiando, in tutto questo, di ferire gravemente i figli minori della coppia, che hanno assistito a tutti questi comportamenti.

Uscito di casa l’uomo ha proseguito in questo atteggiamento violento, scagliando contro il nipote della donna, che in quel momento rientrava con l’altro figlio minore. La furia è continuata ulteriormente, non fermandosi neppure davanti al proprio figlio. Calci e pugni, con i quali, anche in questo caso, ha rischiato di ferire il bambino, già ampiamente traumatizzato per quanto vedeva che stava accadendo. Sul posto sono subito intervenute le Volanti, i cui agenti hanno bloccato il 35enne, ponendo fine all’incubo della famiglia. Dagli accertamenti risulterebbe una storia di continue violenze fisiche e psicologiche, vessazioni continue dell’uomo nei confronti della compagna e dei figli.

E’ stato portato in carcere in via Sforzesca, in attesa di giudizio. Nei suoi confronti disposta l’applicazione della misura cautelare in carcere.

mo.c.


NOVARA – Un 35enne marocchino, B.A. le sue iniziali, è stato tratto in arresto in flagranza di reato per maltrattamenti dalla Polizia di Novara.

L’uomo, stando a quanto riferito dalle Forze dell’Ordine, aveva sottoposto la moglie italiana e i due figli a continui litigi e aggressioni verbali, culminati in una spirale di violenza che, negli ultimi giorni, si è fatta sempre più pesante. Tutto ha avuto inizio nella casa famigliare, dove una lite avviata per futi motivi, ossia farsi consegnare del denaro per acquistare alcolici, è degenerata velocemente. Dapprima in un’aggressione verbale e, quindi, è andata subito alle vie di fatto. L’uomo ha prima insultato la donna e poi, stando alla Polizia, le avrebbe scagliato contro un posacenere e altri oggetti di casa, rischiando, in tutto questo, di ferire gravemente i figli minori della coppia, che hanno assistito a tutti questi comportamenti.

Uscito di casa l’uomo ha proseguito in questo atteggiamento violento, scagliando contro il nipote della donna, che in quel momento rientrava con l’altro figlio minore. La furia è continuata ulteriormente, non fermandosi neppure davanti al proprio figlio. Calci e pugni, con i quali, anche in questo caso, ha rischiato di ferire il bambino, già ampiamente traumatizzato per quanto vedeva che stava accadendo. Sul posto sono subito intervenute le Volanti, i cui agenti hanno bloccato il 35enne, ponendo fine all’incubo della famiglia. Dagli accertamenti risulterebbe una storia di continue violenze fisiche e psicologiche, vessazioni continue dell’uomo nei confronti della compagna e dei figli.

E’ stato portato in carcere in via Sforzesca, in attesa di giudizio. Nei suoi confronti disposta l’applicazione della misura cautelare in carcere.

mo.c.


Seguici sui nostri canali