Cronaca

Arrestato in flagranza di reato per tentata estorsione e spaccio

Arrestato in flagranza di reato per tentata estorsione e spaccio
Cronaca 16 Dicembre 2015 ore 14:17

NOVARA - I carabinieri dell'Aliquota operativa del comando provinciale di Novara hanno arrestato un 30enne con le accuse di tentata estorsione e spaccio di droga. L'arresto è avvenuto in flagranza di reato.
L'uomo, L.G. originario della Calabria ma residente da tempo a Novara, è stato individuato dai militari dell'Arma grazie alla denuncia sporta dalla vittima delle sue intimidazioni. Tutto parte, infatti, quando un uomo si presenta in caserma e racconta ai militari di aver conosciuto il 30enne in un bar frequentato da entrambi e di aver fumato insieme in più occasioni della cocaina, droga che gli era stata procurata e offerta da L.G.
Poco dopo sono iniziate le richieste estorsive. Il 30enne ha cominciato a pretendere il pagamento di almeno mille euro per tutta la cocaina offerta, anche attraverso molte minacce, sia di persona sia tramite sms alla vittima.
La vittima, all'ennesimo messaggio intimidatorio, si è rivolto ai Carabinieri. Con i militari ha organizzato un appuntamento con il suo estorsore, dove si sono presentati anche i carabinieri, che hanno così arrestato il 30enne non appena ha ricevuto i soldi richiesti.
Il 30enne, dopo le formalità di rito, è stato condotto nel carcere di via Sforzesca. Successivamente, in sede di interrogatorio, il Gip del Tribunale di Novara ha convalidato l'arresto e disposto la misura cautelare dell'obbligo di presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria.
mo.c.

NOVARA - I carabinieri dell'Aliquota operativa del comando provinciale di Novara hanno arrestato un 30enne con le accuse di tentata estorsione e spaccio di droga. L'arresto è avvenuto in flagranza di reato.
L'uomo, L.G. originario della Calabria ma residente da tempo a Novara, è stato individuato dai militari dell'Arma grazie alla denuncia sporta dalla vittima delle sue intimidazioni. Tutto parte, infatti, quando un uomo si presenta in caserma e racconta ai militari di aver conosciuto il 30enne in un bar frequentato da entrambi e di aver fumato insieme in più occasioni della cocaina, droga che gli era stata procurata e offerta da L.G.
Poco dopo sono iniziate le richieste estorsive. Il 30enne ha cominciato a pretendere il pagamento di almeno mille euro per tutta la cocaina offerta, anche attraverso molte minacce, sia di persona sia tramite sms alla vittima.
La vittima, all'ennesimo messaggio intimidatorio, si è rivolto ai Carabinieri. Con i militari ha organizzato un appuntamento con il suo estorsore, dove si sono presentati anche i carabinieri, che hanno così arrestato il 30enne non appena ha ricevuto i soldi richiesti.
Il 30enne, dopo le formalità di rito, è stato condotto nel carcere di via Sforzesca. Successivamente, in sede di interrogatorio, il Gip del Tribunale di Novara ha convalidato l'arresto e disposto la misura cautelare dell'obbligo di presentazione quotidiana alla polizia giudiziaria.
mo.c.