Cronaca

Arrestato per rapina impropria un 50enne: nella fuga ha fatto cadere una cliente di un supermercato

Arrestato per rapina impropria un 50enne: nella fuga ha fatto cadere una cliente di un supermercato
Cronaca 16 Gennaio 2016 ore 16:29

NOVARA – In manette con l’accusa di rapina impropria. E’ successo venerdì 15 gennaio, intorno alle 19, a Novara, quando un cittadino albanese è stato arrestato nei pressi del supermercato Conad di via Biandrate.

L’uomo, 50 anni, regolare sul territorio nazionale e residente in città da lungo tempo, è stato subito notato dalla cassiera. Si aggirava, infatti, tra gli scaffali, in modo sospetto e, quando prima dell’uscita, la dipendente del supermercato gli ha detto di tirar fuori la merce, che nascondeva sotto il giubbotto, l’uomo ha scaraventato i prodotti, che aveva effettivamente occultato, tirandoli in parte nel reparto frigo e in parte sul nastro delle casse, e dandosi quindi alla fuga. Proprio per assicurarsi la fuga, l’uomo si è fatto largo tra i clienti, non facendosi scrupolo di spintonare violentemente una donna, che in quel momento stava uscendo dallo store. La malcapitata è finita a terra, riportando lesioni guaribili in 7 giorni. Visibilmente scossa, si è rifugiata poi tra le braccia del marito, che, nella concitazione, è riuscito a vedere come l’uomo stesse tentando di scappare a bordo di un’autovettura e l’ha segnalato al 113.

Immediato l’intervento delle Volanti, che hanno individuato l’uomo a bordo di una Golf grigia. Preziose le indicazioni dei cittadini, che hanno consentito agli agenti, tempestivamente intervenuti sul posto, di bloccare l’uomo nelle immediate vicinanze del supermercato. Condotto in Questura, l’uomo è stato tratto in arresto per rapina impropria e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. L’arresto è stato convalidato questa mattina sabato 16 gennaio e, alla direttissima in Tribunale a Novara, ha riportato una condanna a sei mesi di reclusione, con la sospensione condizionale della pena, e a una multa di 500 euro.

Monica Curino


NOVARA – In manette con l’accusa di rapina impropria. E’ successo venerdì 15 gennaio, intorno alle 19, a Novara, quando un cittadino albanese è stato arrestato nei pressi del supermercato Conad di via Biandrate.

L’uomo, 50 anni, regolare sul territorio nazionale e residente in città da lungo tempo, è stato subito notato dalla cassiera. Si aggirava, infatti, tra gli scaffali, in modo sospetto e, quando prima dell’uscita, la dipendente del supermercato gli ha detto di tirar fuori la merce, che nascondeva sotto il giubbotto, l’uomo ha scaraventato i prodotti, che aveva effettivamente occultato, tirandoli in parte nel reparto frigo e in parte sul nastro delle casse, e dandosi quindi alla fuga. Proprio per assicurarsi la fuga, l’uomo si è fatto largo tra i clienti, non facendosi scrupolo di spintonare violentemente una donna, che in quel momento stava uscendo dallo store. La malcapitata è finita a terra, riportando lesioni guaribili in 7 giorni. Visibilmente scossa, si è rifugiata poi tra le braccia del marito, che, nella concitazione, è riuscito a vedere come l’uomo stesse tentando di scappare a bordo di un’autovettura e l’ha segnalato al 113.

Immediato l’intervento delle Volanti, che hanno individuato l’uomo a bordo di una Golf grigia. Preziose le indicazioni dei cittadini, che hanno consentito agli agenti, tempestivamente intervenuti sul posto, di bloccare l’uomo nelle immediate vicinanze del supermercato. Condotto in Questura, l’uomo è stato tratto in arresto per rapina impropria e messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. L’arresto è stato convalidato questa mattina sabato 16 gennaio e, alla direttissima in Tribunale a Novara, ha riportato una condanna a sei mesi di reclusione, con la sospensione condizionale della pena, e a una multa di 500 euro.

Monica Curino


Seguici sui nostri canali