Auto danneggiata da un albero in viale Giulio Cesare

Auto danneggiata da un albero in viale Giulio Cesare
Cronaca 08 Settembre 2015 ore 09:50

NOVARA - Il forte vento che si è abbattuto nella notte tra venerdì e sabato ha provocato una serie di danni in tutta la provincia. A S. Agabio, rimanendo a Novara, i tetti di alcuni condomini di corso Milano sono stati scoperchiati. Nell’alto Novarese, invece, grandine e alberi abbattuti.

A Novara, in viale Giulio Cesare, di fronte a quello che un tempo era il negozio “La Rana Blu”, un ramo di dimensioni significative si è staccato, crollando su una Cadillac nera di un residente. Notevole il danno arrecato al parabrezza. Una situazione, quella di questi alberi, fatta spesso presente da chi ci abita. «Sono almeno 30 anni – commenta Ilaria Cutini (l’auto è del suo compagno) – che ci lamentiamo per queste piante, che creano disagio. Per chi abita ai piani alti, arrivano sui balconi i pidocchi di questi alberi. Per chi ha bimbi come me, non è bello. Spesso, poi, cadono rami e creano pericolo. Se sotto non ci fosse stata l’auto, ma un bambino, cosa facevamo? Ora abbiamo denunciato l’episodio ai vigili, speriamo in una soluzione».

mo.c.


NOVARA - Il forte vento che si è abbattuto nella notte tra venerdì e sabato ha provocato una serie di danni in tutta la provincia. A S. Agabio, rimanendo a Novara, i tetti di alcuni condomini di corso Milano sono stati scoperchiati. Nell’alto Novarese, invece, grandine e alberi abbattuti.

A Novara, in viale Giulio Cesare, di fronte a quello che un tempo era il negozio “La Rana Blu”, un ramo di dimensioni significative si è staccato, crollando su una Cadillac nera di un residente. Notevole il danno arrecato al parabrezza. Una situazione, quella di questi alberi, fatta spesso presente da chi ci abita. «Sono almeno 30 anni – commenta Ilaria Cutini (l’auto è del suo compagno) – che ci lamentiamo per queste piante, che creano disagio. Per chi abita ai piani alti, arrivano sui balconi i pidocchi di questi alberi. Per chi ha bimbi come me, non è bello. Spesso, poi, cadono rami e creano pericolo. Se sotto non ci fosse stata l’auto, ma un bambino, cosa facevamo? Ora abbiamo denunciato l’episodio ai vigili, speriamo in una soluzione».

mo.c.