Aveva con sé 7 etti di marijuana: 50enne in manette

Aveva con sé 7 etti di marijuana: 50enne in manette
Cronaca 20 Maggio 2015 ore 17:07

NOVARA – E’ finito in manette per detenzione ai fini di spaccio un 50enne novarese, M.O. le sue iniziali, sorpreso sabato sera dai Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Novara, in zona stazione ferroviaria.

L’uomo, disoccupato e già conosciuto dalle Forze dell’Ordine, era da tempo pedinato dal personale della squadra antidroga, perché segnalato come  possibile rifornitore locale di droghe leggere. E’ stato sufficiente un comportamento sospetto, alla fine del  servizio di pedinamento, a far ritenere ai militari che l’uomo fosse in possesso della droga.

Perquisito è stato sorpreso a detenere oltre 800 dosi di sostanza stupefacente, in particolare marijuana, per un peso complessivo di quasi 700 grammi. Droga che, come spiegato in conferenza stampa questa mattina, mercoledì 20 maggio, dal comandante del Nucleo operativo radiomobile, tenente Domenico Cerminara, avrebbe fruttato diverse centinaia di euro al mercato clandestino. “Si tratta, infatti, di marijuana di ottima qualità”, ha rilevato il tenente.

La droga era divisa in diverse buste di plastica pesate con un bilancino di precisione e custodita con  materiale vario atto al confezionamento delle dosi. I militari l’hanno trovata addosso al 50enne, ma anche nella sua abitazione di S. Agabio. L’uomo si trova ora sottoposto alle misure cautelari dell’obbligo di dimora a Novara, della presentazione quotidiana alla Polizia giudiziaria e al divieto di uscire nelle ore notturne. 

Indagini in corso per arrivare a capire da dove giungesse l’approvvigionamento dell’uomo.

mo.c.


NOVARA – E’ finito in manette per detenzione ai fini di spaccio un 50enne novarese, M.O. le sue iniziali, sorpreso sabato sera dai Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Novara, in zona stazione ferroviaria.

L’uomo, disoccupato e già conosciuto dalle Forze dell’Ordine, era da tempo pedinato dal personale della squadra antidroga, perché segnalato come  possibile rifornitore locale di droghe leggere. E’ stato sufficiente un comportamento sospetto, alla fine del  servizio di pedinamento, a far ritenere ai militari che l’uomo fosse in possesso della droga.

Perquisito è stato sorpreso a detenere oltre 800 dosi di sostanza stupefacente, in particolare marijuana, per un peso complessivo di quasi 700 grammi. Droga che, come spiegato in conferenza stampa questa mattina, mercoledì 20 maggio, dal comandante del Nucleo operativo radiomobile, tenente Domenico Cerminara, avrebbe fruttato diverse centinaia di euro al mercato clandestino. “Si tratta, infatti, di marijuana di ottima qualità”, ha rilevato il tenente.

La droga era divisa in diverse buste di plastica pesate con un bilancino di precisione e custodita con  materiale vario atto al confezionamento delle dosi. I militari l’hanno trovata addosso al 50enne, ma anche nella sua abitazione di S. Agabio. L’uomo si trova ora sottoposto alle misure cautelari dell’obbligo di dimora a Novara, della presentazione quotidiana alla Polizia giudiziaria e al divieto di uscire nelle ore notturne. 

Indagini in corso per arrivare a capire da dove giungesse l’approvvigionamento dell’uomo.

mo.c.