Il caso

Barca vandalizzata alla darsena di Arona, la protesta dei proprietari

I proprietari dei natanti della zona chiedono l'installazione delle telecamere

Barca vandalizzata alla darsena di Arona, la protesta dei proprietari
Arona, 10 Febbraio 2020 ore 09:25

Barca vandalizzata nei giorni scorsi alla darsena di corso Europa. E’ l’ennesimo episodio e ora i proprietari chiedono l’installazione immediata di telecamere in quel tratto.

Barca vandalizzata in darsena

Continuano a far discutere gli episodi di inciviltà e vandalismo che spesso si verificano nell’area della città alle spalle del quartiere Riviera e lungo corso Europa. Dopo le proteste dei residenti per la presenza costante degli scambisti, questa volta i riflettori sono invece puntati sui vandali che spesso frequentano l’area della darsena. E la richiesta all’Amministrazione è sempre la stessa: servirebbe una maggiore presenza delle telecamere di videosorveglianza. “Nella mattina di sabato 1° febbraio – racconta una coppia di aronesi – siamo andati come è nostro solito a fare un po’ di manutenzione sulla nostra barca a vela, che abbiamo ormeggiato nell’area della darsena. E ci siamo trovati di fronte all’ennesima brutta sorpresa. Qualcuno, probabilmente nella notte, aveva danneggiato la barca, colpendo l’ingresso in legno e il vetro laterale sinistro con dei mattoni, che poi abbiamo trovato nell’acqua. Inoltre mancava anche la porta di ingresso”.

Non è il primo episodio

Non si tratta certo della prima volta che avviene un episodio simile. “Nel giro di tre o quattro anni – raccontano i due aronesi – abbiamo subito furti o danneggiamenti in ben quattro occasioni. Ciò che è veramente grave però, è che in quell’area non sono presenti telecamere o altri sistemi di sorveglianza. E’ troppo facile per i malintenzionati danneggiare le proprietà di chi, magari facendo qualche sacrificio, si impegna a mettersi in regola con le norme stabilite dal Comune per poter ormeggiare le barche in quella darsena. Al momento ci sono 38 posti barca ancora non assegnati in quella zona e il Comune esige dai proprietari il massimo del decoro nella manutenzione delle barche, imponendo con un’ordinanza lo sgombero dei natanti abbandonati o non autorizzati. A fronte di questa richiesta però, ci aspetteremmo una altrettanto solerte intransigenza nei confronti di chi danneggia la proprietà di altri”.

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve