Belli i fiori sulle aiuole? Sì, da rubare...

Belli i fiori sulle aiuole? Sì, da rubare...
Cronaca 24 Aprile 2015 ore 09:22

TRECATE - Un intervento, quello del restyling di via Ferraris, partito lo scorso anno e non ancora ultimato, che prevede un costo complessivo di circo 600.000 euro per la risistemazione e il miglioramento estetico dell’intera area con realizzazione di una pista ciclo – pedonale, riasfaltatura del piano stradale, rifacimento dei marciapiedi in autobloccanti, realizzazione di un incrocio rialzato in prossimità di via Madonna delle Grazie, rifacimento del sistema di pubblica illuminazione e sistemazione del verde. Nel primo tratto della via, quello antistante l’accesso a Villa Cicogna, i lavori sono quasi ultimati; qui, si è già provveduto anche alla sistemazione del verde per valorizzare l’ingresso al Giardino all’italiana di Villa Cicogna. Proprio lungo le mura del giardino sono state piantumate azalee, ortensie e camelie in grado di abbellire l’area nei mesi primaverili ed estivi con delle gradevoli note di colore. L’aspetto piacevole delle piante fiorite è di indubbio effetto e deve aver colpito anche qualche persona dallo scarso senso civico, che ha pensato di sradicare otto azalee e un’ortensia magari per decorare il proprio giardino o i balconi di casa. L’episodio è ovviamente motivo di rammarico per quanti, amministratori e dipendenti comunali, hanno lavorato per portare a termine il progetto di riqualificazione. «Auspicheremmo – commenta l’assessore ai Lavori Pubblici, Daniela Villani - che tutti i trecatesi contribuissero al mantenimento e al decoro degli spazi pubblici, visto anche l’impegno economico che gli interventi di riqualificazione comportano. Non è giusto che per la maleducazione di pochi ci rimetta tutta la comunità».

Poiché l’area verde di via Ferraris non è l’unica interessata da interventi di sistemazione, l’Amministrazione chiede l’aiuto di tutti per prevenire furti e atti di vandalismo. «Invitiamo i cittadini – afferma l’assessore alla Sicurezza, Mario Zeno - a segnalare tali episodi, in modo tale che le forze dell'ordine possano intervenire, perchè chi ruba, imbratta o danneggia le proprietà comunali danneggia tutta la comunità».

 Daniela Uglietti

TRECATE - Un intervento, quello del restyling di via Ferraris, partito lo scorso anno e non ancora ultimato, che prevede un costo complessivo di circo 600.000 euro per la risistemazione e il miglioramento estetico dell’intera area con realizzazione di una pista ciclo – pedonale, riasfaltatura del piano stradale, rifacimento dei marciapiedi in autobloccanti, realizzazione di un incrocio rialzato in prossimità di via Madonna delle Grazie, rifacimento del sistema di pubblica illuminazione e sistemazione del verde. Nel primo tratto della via, quello antistante l’accesso a Villa Cicogna, i lavori sono quasi ultimati; qui, si è già provveduto anche alla sistemazione del verde per valorizzare l’ingresso al Giardino all’italiana di Villa Cicogna. Proprio lungo le mura del giardino sono state piantumate azalee, ortensie e camelie in grado di abbellire l’area nei mesi primaverili ed estivi con delle gradevoli note di colore. L’aspetto piacevole delle piante fiorite è di indubbio effetto e deve aver colpito anche qualche persona dallo scarso senso civico, che ha pensato di sradicare otto azalee e un’ortensia magari per decorare il proprio giardino o i balconi di casa. L’episodio è ovviamente motivo di rammarico per quanti, amministratori e dipendenti comunali, hanno lavorato per portare a termine il progetto di riqualificazione. «Auspicheremmo – commenta l’assessore ai Lavori Pubblici, Daniela Villani - che tutti i trecatesi contribuissero al mantenimento e al decoro degli spazi pubblici, visto anche l’impegno economico che gli interventi di riqualificazione comportano. Non è giusto che per la maleducazione di pochi ci rimetta tutta la comunità».

Poiché l’area verde di via Ferraris non è l’unica interessata da interventi di sistemazione, l’Amministrazione chiede l’aiuto di tutti per prevenire furti e atti di vandalismo. «Invitiamo i cittadini – afferma l’assessore alla Sicurezza, Mario Zeno - a segnalare tali episodi, in modo tale che le forze dell'ordine possano intervenire, perchè chi ruba, imbratta o danneggia le proprietà comunali danneggia tutta la comunità».

 Daniela Uglietti