Biciclette storiche, un tuffo nel passato con l’esposizione promossa dalla Pro Loco Novara FOTOGALLERY

Al via gli incontri del mercoledì su arte, cultura, territorio e benessere. 

Biciclette storiche, un tuffo nel passato con l’esposizione promossa dalla Pro Loco Novara FOTOGALLERY
Novara, 02 Ottobre 2018 ore 10:40

Biciclette storiche, un tuffo nel passato con l’esposizione promossa dalla Pro Loco Novara. Al via gli incontri su cultura, territorio e benessere.

Biciclette storiche, un tuffo nel passato con l’esposizione promossa dalla Pro Loco Novara

Un vero e proprio tuffo nel passato l’esposizione di biciclette e cicli storici organizzata domenica 30 settembre dalla Pro Loco Novara presieduta da Anna Colombo in centro città. Per tutto il giorno in corso Mazzini si sono potuti ammirare esemplari unici, i più antichi risalenti a metà ‘800, alcuni prodotti interamente in legno. Alcune erano semplici biciclette, mentre altre erano modelli costruiti per usi specifici come il trasporto del latte o di carichi ingombranti. Presenti anche alcuni antichi tricicli per bambini degli anni Cinquanta. In tanti si sono fermati a osservare queste particolari biciclette.

Gli incontri del mercoledì

Tra le prossime iniziative della Pro Loco Novara gli incontri d’arte, cultura, storia, territorio e benessere. Le conferenze si svolgono il mercoledì alle ore 21 nella sede della Pro loco in corso Italia 48 e sono a ingresso gratuito. Il primo è domani, 3 ottobre con Sonia Martelli che parlerà di “Pittura, donne e colori. L’arte al femminile”. Il 24 ottobre Carlo Cerutti cercherà di rispondere alla domanda “Dove sono le donne architetto?”. Il 14 novembre Adele Garavaglia parlerà di Lucrezia Borgia attraverso l’analisi della “Disputa di Santa Caterina d’Alessandria” del Pinturicchio. infine il 5 dicembre Andrea Dho sarà il relatore dell’incontro dal titolo “Elizabetha Regina. Iconografia di una donna al potere”.

Valentina Sarmenghi

17 foto Sfoglia la gallery
Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità