Cronaca
Tragedia

Bimba di 3 anni precipita dal balcone al quarto piano di un palazzo a Torino: è morta

La piccola era stata portata subito all'ospedale Regina Margherita per essere sottoposta ad un delicato intervento neurochirurgico.

Bimba di 3 anni precipita dal balcone al quarto piano di un palazzo a Torino: è morta
Cronaca 14 Gennaio 2022 ore 11:09

Tragedia in via Milano. Nel corso della serata di ieri, giovedì 13 gennaio 2022, attorno alle 21.45, una bimba di 3 anni è precipitata per dodici metri dal balcone al quarto piano nel cortile interno di un palazzo. Trasportata immediatamente all'ospedale Regina Margherita, è stata sottoposta a una delicata operazione neurochirurgica poiché, a seguito della caduta, aveva riportato un gravissimo trauma cranico e toracico.

Purtroppo la piccola non ce l'ha fatta, questa mattina purtroppo il suo cuoricino ha smesso di battere. Gli inquirenti hanno ascoltato per tutta la notte la madre, il compagno della donna e un amico di quest'ultimo, portati in Questura per fare chiarezza su quanto accaduto.

Morta la bimba di 3 anni precipitata dal balcone di un palazzo

A lanciare l'allarme era stato il personale di un laboratorio di panetteria che si trova appena sotto all'appartamento dove si è verificata la tragedia.

Verso le 21,45 di ieri, giovedì 13 gennaio 2022, Fatima Skika, bimba di 3 anni, è precipitata dal balcone al quarto piano di un palazzo in via Milano 18, nel centro di Torino. Sul posto è intervenuta subito un'ambulanza del 118 che ha trasportato la piccola all'ospedale Regina Margherita. La bambina aveva riportato un gravissimo trauma cranico e toracico a seguito della caduta, insieme a diverse fratture. Una volta giunta nel presidio ospedaliero torinese, la piccola è stata sottoposta ad un delicato intervento neurochirurgico. Nonostante l'operazione, le conseguenze della caduta sono state troppo forti per la piccola che, purtroppo, ha perso tragicamente la vita.

Ascoltati in Questura la madre, il compagno e un amico

Sul posto è intervenuta la polizia per le indagini del caso, coordinate dal pm Valentina Sellaroli della procura cittadina, arrivata anche lei sul luogo.

Non è affatto chiaro cosa sia realmente accaduto e la fatale dinamica è al vaglio degli inquirenti.

Quel che si sa è che la madre della bimba, italiana di 41 anni, il compagno della donna, 32enne di origini marocchine e un amico di quest'ultimo sono stati portati in Questura e sono stati ascoltati tutta la notte per fare chiarezza su quanto accaduto.

Stando alle prime informazioni raccolte, il 32enne non è il padre della bambina e al momento del tragico fatto sembra fosse ubriaco. Quest'ultimo vive nello stesso palazzo della donna, ma in un alloggio differente.

L'ipotesi degli inquirenti, al momento, è che madre e compagno non fossero nello stesso appartamento della bimba, al momento della tragedia, che abbiano quindi lasciato la piccola non sorvegliata e che quest'ultima possa aver raggiunto il ballatoio per poi sbilanciarsi e cadere nel cortile interno del palazzo.