Cronaca

Borgomanero, la tensostruttura del calcetto trasformata in dormitorio abusivo

Borgomanero, la tensostruttura del calcetto trasformata in dormitorio abusivo
Cronaca 13 Agosto 2016 ore 13:27

Borgomanero – La tensostruttura all’interno del Parco della Resistenza, utilizzata soprattutto nel periodo primaverile – autunnale per gli appassionati di calcetto e tennis, quando scende la notte si trasforma in un dormitorio abusivo. La segnalazione è stata fatta alle Forze dell’Ordine dagli abitanti della zona che hanno notato, quando si fa buio, movimenti sospetti attorno all’impianto sportivo. Chi ha voluto accedere alla tensostruttura per dormirci dentro ha utilizzato probabilmente delle cesoie o delle grosse forbici per aprirsi un varco nella recinzione. La segnalazione ha fatto scattare i controlli da parte della Polizia Locale che avrebbe rinvenuto all’interno della struttura coperte e altri evidenti segni della presenza notturna di più persone. Dell'accaduto sono stati informati anche i Carabinieri della locale Tenenza con la richiesta di maggiori controlli nel parco cittadino anche di notte. Nel frattempo la rete di recinzione divelta è stata riparata dalla maestranze del cantiere comunale. Nelle foto, di Panizza, la tensostruttura all’interno del Parco della Resistenza utilizzata come dormitorio abusivo e alcune coperte rinvenute all’interno dell’impianto.                                                                        Carlo Panizza

Borgomanero – La tensostruttura all’interno del Parco della Resistenza, utilizzata soprattutto nel periodo primaverile – autunnale per gli appassionati di calcetto e tennis, quando scende la notte si trasforma in un dormitorio abusivo. La segnalazione è stata fatta alle Forze dell’Ordine dagli abitanti della zona che hanno notato, quando si fa buio, movimenti sospetti attorno all’impianto sportivo. Chi ha voluto accedere alla tensostruttura per dormirci dentro ha utilizzato probabilmente delle cesoie o delle grosse forbici per aprirsi un varco nella recinzione. La segnalazione ha fatto scattare i controlli da parte della Polizia Locale che avrebbe rinvenuto all’interno della struttura coperte e altri evidenti segni della presenza notturna di più persone. Dell'accaduto sono stati informati anche i Carabinieri della locale Tenenza con la richiesta di maggiori controlli nel parco cittadino anche di notte. Nel frattempo la rete di recinzione divelta è stata riparata dalla maestranze del cantiere comunale. Nelle foto, di Panizza, la tensostruttura all’interno del Parco della Resistenza utilizzata come dormitorio abusivo e alcune coperte rinvenute all’interno dell’impianto.                                                                       

Carlo Panizza

Seguici sui nostri canali