La Seacon le ha ritirate

Cadmio nelle seppie congelate: il Ministero della Salute segnala rischio chimico

Seppia indopacifica surgelata in confezioni da 800 grammi

Cadmio nelle seppie congelate: il Ministero della Salute segnala rischio chimico
30 Ottobre 2019 ore 07:52

Cadmio nelle seppie congelate: il Ministero della Salute segnala rischio chimico e ha pubblicato il richiamo sul portale.

Cadmio nelle seppie

L’azienda Seacon ha ritirato dal mercato la seppia surgelata perché le analisi hanno evidenziato la presenza di cadmio. Lo rende noto il ministero della Salute che ha pubblicato il richiamo sul suo portale. Nello specifico si tratta della seppia indopacifica surgelata in confezioni da 800 grammi con scadenza 19-03-2021, prodotta dall’azienda olandese SEAFOOD Connection con sede dello stabilimento in Olanda Het Spljk 12 a Wturk e commercializzata in Italia dall’azienda Djngfeng Import Export via Polveriera n 41 Novate Milanese.

La posizione dello Sportello

Mercurio, cadmio e piombo sono i metalli pesanti più comunemente rilevati nei pesci. Il pesce, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, costituisce una componente fondamentale dell’alimentazione degli italiani rappresentando una rilevante fonte di proteine, acidi grassi polinsaturi e micronutrienti; tuttavia l’uomo, attraverso il consumo di prodotti ittici, risulta esposto a diversi contaminanti in relazione alla qualità dell’ambiente da cui essi provengono. Per esempio il cadmio, è stato stimato che circa il 50% di tale metallo presente nel mare proviene da attività umane. Le principali fonti di contaminazione di origine antropica da cadmio, sono associate alle attività minerarie, alle industrie metallurgiche, all’uso di fertilizzanti prodotti con fosfati di origine minerale, alle industrie di vernici e smalti e alle industrie della galvanoplastica (Who, 1992).

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità