Cambio al vertice della Stazione Carabinieri di Vespolate

Cambio al vertice della Stazione Carabinieri di Vespolate
Cronaca 08 Agosto 2015 ore 09:58

VESPOLATE - Cambio al vertice del comando stazione dei carabinieri di via Tonale. Dal 1° agosto il comandante maresciallo Antonio Cervizzi, dopo nove anni di lavoro sul territorio della Bassa Novarese, cede la guida dei suoi cinque uomini al nuovo comandante, maresciallo Nazario Ferrandino. Classe 1984, nato a San Giovanni Rotondo e originario di San Nicardo Garganico, Ferrandino arriva da Novara, dove ha prestato servizio dopo la precedente esperienza in Calabria, presso il comando stazione di Cutro in provincia di Crotone. In attesa di conoscere via via la cittadinanza della giurisdizione di riferimento (i Comuni di Vespolate, Nibbiola, Garbagna, Tornaco, Borgolavezzaro e Terdobbiate), ribadisce l’importanza del contatto diretto con la gente, stando in mezzo alla gente affinché possa sentire l’Arma dei carabinieri come punto di riferimento sul territorio. Cervizzi, dal canto suo, augura buon lavoro al suo successore e ringrazia tutta la popolazione, le autorità e le forze dell’ordine locali con le quali ha lavorato in sinergia per questo lungo periodo. Classe 1974, napoletano, Cervizzi passa a nuovo incarico: il comando dell’Aliquota Radiomobile della compagnia dei carabinieri di Novara.

ari.mar.


VESPOLATE - Cambio al vertice del comando stazione dei carabinieri di via Tonale. Dal 1° agosto il comandante maresciallo Antonio Cervizzi, dopo nove anni di lavoro sul territorio della Bassa Novarese, cede la guida dei suoi cinque uomini al nuovo comandante, maresciallo Nazario Ferrandino. Classe 1984, nato a San Giovanni Rotondo e originario di San Nicardo Garganico, Ferrandino arriva da Novara, dove ha prestato servizio dopo la precedente esperienza in Calabria, presso il comando stazione di Cutro in provincia di Crotone. In attesa di conoscere via via la cittadinanza della giurisdizione di riferimento (i Comuni di Vespolate, Nibbiola, Garbagna, Tornaco, Borgolavezzaro e Terdobbiate), ribadisce l’importanza del contatto diretto con la gente, stando in mezzo alla gente affinché possa sentire l’Arma dei carabinieri come punto di riferimento sul territorio. Cervizzi, dal canto suo, augura buon lavoro al suo successore e ringrazia tutta la popolazione, le autorità e le forze dell’ordine locali con le quali ha lavorato in sinergia per questo lungo periodo. Classe 1974, napoletano, Cervizzi passa a nuovo incarico: il comando dell’Aliquota Radiomobile della compagnia dei carabinieri di Novara.

ari.mar.