Cronaca

Cameri: in manette donna che sfruttava giovani nigeriane

Cameri: in manette donna che sfruttava giovani nigeriane
Cronaca 16 Novembre 2015 ore 20:35

CAMERI – Una 24enne residente a Cameri, nel Novarese, ‘Faith’ Ejiro Ogheneintesa Ogagaoghene, è stata arrestata dalla Polizia, nell’ambito di un’inchiesta sulla tratta seguita dalla Dda della Procura di Catania. 

Un’indagine che ha portato all’arresto, oltre che della 24enne, anche di un uomo di 32 anni residente a Prato, Ogaga Oghene Oju, e di una 28enne residente a Ferrara, Angela Oboh. Sono tutti accusati di tratta di giovani donne nigeriane, induzione e sfruttamento della prostituzione. C’è anche un quarto fermo, che riguarda ‘Eva’ Felicia Kelechi Izogie, di 27 anni, residente a Napoli, indagata per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, induzione e sfruttamento della prostituzione.

Il gruppo faceva arrivare in Italia le loro vittime, tutte molto giovani, alcune anche minorenni, sui barconi carichi di migranti partiti dalla Libia. Le ragazze, nigeriane, erano poi costrette a prostituirsi sulle strade italiane. I fermi sono stati convalidati dai gip competenti.

mo.c.


CAMERI – Una 24enne residente a Cameri, nel Novarese, ‘Faith’ Ejiro Ogheneintesa Ogagaoghene, è stata arrestata dalla Polizia, nell’ambito di un’inchiesta sulla tratta seguita dalla Dda della Procura di Catania. 

Un’indagine che ha portato all’arresto, oltre che della 24enne, anche di un uomo di 32 anni residente a Prato, Ogaga Oghene Oju, e di una 28enne residente a Ferrara, Angela Oboh. Sono tutti accusati di tratta di giovani donne nigeriane, induzione e sfruttamento della prostituzione. C’è anche un quarto fermo, che riguarda ‘Eva’ Felicia Kelechi Izogie, di 27 anni, residente a Napoli, indagata per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, induzione e sfruttamento della prostituzione.

Il gruppo faceva arrivare in Italia le loro vittime, tutte molto giovani, alcune anche minorenni, sui barconi carichi di migranti partiti dalla Libia. Le ragazze, nigeriane, erano poi costrette a prostituirsi sulle strade italiane. I fermi sono stati convalidati dai gip competenti.

mo.c.