Carabinieri Alagna pagano cena e aereo a giovane affamato e senza soldi

I militari si sono presi cura di un malcapitato arrivato in Valsesia da Londra per cercare lavoro.

Carabinieri Alagna pagano cena e aereo a giovane affamato e senza soldi
23 Febbraio 2019 ore 07:56

Carabinieri Alagna salvano un 24enne rimasto senza soldi e senza casa: partito da Londra, era arrivato in paese sperando di trovare un lavoro nel settore della ristorazione. I militari gli pagano cena, notte e volo di ritorno.

Carabinieri Alagna “salvano” giovane affamato alla ricerca di un lavoro

Solo, disperato e quasi senza soldi, ha deciso di rivolgersi ai carabinieri. Storia a lieto fine per un 24enne che l’altro giorno ad Alagna ha chiesto aiuto ai militari perché era rimasto sulla strada. Il giovane, originario del Meridione, era arrivato da Londra, dove lavorava come cuoco. Scaduto il contratto, aveva puntato sull’alta Valsesia sperando di trovare rapidamente un posto sempre nel campo della ristorazione. Così, armato di un bagaglio minimo e con pochi soldi, era partito alla volta dell’Italia e aveva raggiunto la destinazione prefissata, impegnandosi senza perdere tempo nella ricerca di un lavoro.

Ma le cose si mettono male

I risultati non sono stati affatto all’altezza delle aspettative. Tant’è che, trascorsi invano due giorni di ricerca ed una notte al freddo, quando tutto sembrava perduto, il giovane ha deciso di fermare una pattuglia di carabinieri di passaggio e di chiedere aiuto. Il maresciallo e i militari di Alagna lo hanno accompagnato al caldo della caserma, hanno ascoltato e verificato quel racconto, così ingenuamente assurdo da risultare vero. Nel frattempo si era fatta sera: così i carabinieri hanno pagato al giovane la cena ed il pernottamento in un albergo, grazie anche alla disponibilità del gestore che, pure in piena stagione sciistica, ha reso disponibile una stanza ad un prezzo agevolato.

LEGGI QUI IL LIETO FINE DELLA STORIA.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità