Cronaca

Caschi blu della Babini organizzano corso di italiano a favore dei bimbi di Tibnin

Caschi blu della Babini organizzano corso di italiano a favore dei bimbi di Tibnin
Cronaca 03 Ottobre 2016 ore 14:30

SHAMA, Un corso di lingua italiana è stato organizzato dai “caschi blu” del Reggimento Gestione Aree di Transito di Bellinzago Novarese a favore di 40 bambini del centro culturale di Tibnin, nel Sud del Libano. Il corso, che si inserisce nell’ambito di una più ampia offerta didattica che il contingente italiano di UNIFIL conduce a favore della popolazione locale, è stato svolto con l’ausilio di due interpreti e grazie al materiale di cancelleria donato dalla CARIOCA. Durante le lezioni i giovanissimi frequentatori hanno appreso i rudimenti della lingua italiana mostrando, sin dalle prime lezioni, grande entusiasmo e tanta voglia di imparare.Durante la cerimonia di chiusura il Comandante del Reggimento Gestione Aree di Transito, il colonnello Mario Stefano Riva, ha consegnato ai partecipanti i diplomi di merito. Alla consegna degli attestati presente anche il Generale Arturo Nitti, comandante del contingente italiano. Questo genere di iniziative hanno lo scopo di aumentare il consenso e la fiducia della popolazione locale nei confronti del contingente italiano, il cui mandato consiste nel garantire il rispetto della risoluzione 1701 dell'11 agosto 2006 del Consiglio di Sicurezza dell'Onu.mo.c.

SHAMA, Un corso di lingua italiana è stato organizzato dai “caschi blu” del Reggimento Gestione Aree di Transito di Bellinzago Novarese a favore di 40 bambini del centro culturale di Tibnin, nel Sud del Libano. Il corso, che si inserisce nell’ambito di una più ampia offerta didattica che il contingente italiano di UNIFIL conduce a favore della popolazione locale, è stato svolto con l’ausilio di due interpreti e grazie al materiale di cancelleria donato dalla CARIOCA. Durante le lezioni i giovanissimi frequentatori hanno appreso i rudimenti della lingua italiana mostrando, sin dalle prime lezioni, grande entusiasmo e tanta voglia di imparare.Durante la cerimonia di chiusura il Comandante del Reggimento Gestione Aree di Transito, il colonnello Mario Stefano Riva, ha consegnato ai partecipanti i diplomi di merito. Alla consegna degli attestati presente anche il Generale Arturo Nitti, comandante del contingente italiano. Questo genere di iniziative hanno lo scopo di aumentare il consenso e la fiducia della popolazione locale nei confronti del contingente italiano, il cui mandato consiste nel garantire il rispetto della risoluzione 1701 dell'11 agosto 2006 del Consiglio di Sicurezza dell'Onu.mo.c.

Seguici sui nostri canali