Chi ha distrutto i nidi dei “Gruccioni”?

Chi ha distrutto i nidi dei “Gruccioni”?
11 Aprile 2015 ore 04:04

Chi “gioca” con i nidi dei “Gruccioni”, e chi devia addirittura il corso dell’Agogna? Gli enti preposti, ovviamente in maniera legittima, oppur di straforo qualche privato? Spiega un nostro lettore, particolarmente attento, e non solo all’ambiente, dopo un sopralluogo a Pasquetta: «Non molti sono a conoscenza che da aprile a luglio lungo il torrente Agogna vengono a nidificare i Gruccioni (nome scientifico Merops apiaster) coloratissimi uccelli insettivori africani. L’Agogna, nei pressi della cascina San Maiolo, al Torrion Quartara, ogni anno ospita un numero consistente di questi uccelli. Purtroppo qualcuno ha avuto la brillante idea di …  distruggere il luogo di nidificazione cambiando addirittura  il corso dell’Agogna». Appunto legittimamente, oppure no? Il nostro lettore spiega che sarebbe stata allargata «la strada “superiore” sponda Novara (sarebbe il meno), riempito l’argine al fine di fermare il flusso del fiume e “convogliarlo” più a destra, distrutta la sponda di nidificazione, e piantati degli alberi. Personalmente sto cercando di rendere pubblica la situazione contattando Lipu, Corpo Forestale e chi può avere notizie in merito». Qualcuno ne sa qualcosa?

p.v.

Chi “gioca” con i nidi dei “Gruccioni”, e chi devia addirittura il corso dell’Agogna? Gli enti preposti, ovviamente in maniera legittima, oppur di straforo qualche privato? Spiega un nostro lettore, particolarmente attento, e non solo all’ambiente, dopo un sopralluogo a Pasquetta: «Non molti sono a conoscenza che da aprile a luglio lungo il torrente Agogna vengono a nidificare i Gruccioni (nome scientifico Merops apiaster) coloratissimi uccelli insettivori africani. L’Agogna, nei pressi della cascina San Maiolo, al Torrion Quartara, ogni anno ospita un numero consistente di questi uccelli. Purtroppo qualcuno ha avuto la brillante idea di …  distruggere il luogo di nidificazione cambiando addirittura  il corso dell’Agogna». Appunto legittimamente, oppure no? Il nostro lettore spiega che sarebbe stata allargata «la strada “superiore” sponda Novara (sarebbe il meno), riempito l’argine al fine di fermare il flusso del fiume e “convogliarlo” più a destra, distrutta la sponda di nidificazione, e piantati degli alberi. Personalmente sto cercando di rendere pubblica la situazione contattando Lipu, Corpo Forestale e chi può avere notizie in merito». Qualcuno ne sa qualcosa?

p.v.

 

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei