Cronaca

Chieste condanne sino a 11 anni al processo Borgo Pulito

Chieste condanne sino a 11 anni al processo Borgo Pulito
Cronaca 19 Giugno 2015 ore 16:27

NOVARA – Quattro anni e 10mila euro di multa per Salvatore Accardo, 5 anni e 6 mesi e 12mila euro per Sergio Panariello, 7 anni e 1.800 euro di multa per Pietro Raso, 11 anni e 11 mila euro di multa, infine, per Francesco Maiuolo e Giovanni Tocco, tutti a processo per usura. Nove mesi, invece, per l’avvocato Giuseppe Ruffier, alla sbarra per favoreggiamento.
Queste le richieste avanzate questa mattina, venerdì 19 giugno, in Tribunale a Novara, dal pm Giovanni Caspani, nel processo legato all’operazione ‘Borgo Pulito’, inchiesta con cui nell’estate del 2011 i carabinieri avevano sgominato un presunto giro di usura ed estorsioni ai danni di imprenditori edili in difficile situazione economica, residenti soprattutto nell'Aronese.
In passato, per questa stessa vicenda, c’erano già state alcune sentenze. A processo, adesso, c’è chi, davanti al gup, è stato rinviato a giudizio. In aula, dopo la requisitoria del pm, sono iniziate le arringhe dei difensori degli imputati. Primi a parlare gli avvocati Zancan e Foti per Ruffier, che hanno chiesto l’assoluzione per il proprio assistito. Tutti gli imput

NOVARA – Quattro anni e 10mila euro di multa per Salvatore Accardo, 5 anni e 6 mesi e 12mila euro per Sergio Panariello, 7 anni e 1.800 euro di multa per Pietro Raso, 11 anni e 11 mila euro di multa, infine, per Francesco Maiuolo e Giovanni Tocco, tutti a processo per usura. Nove mesi, invece, per l’avvocato Giuseppe Ruffier, alla sbarra per favoreggiamento.
Queste le richieste avanzate questa mattina, venerdì 19 giugno, in Tribunale a Novara, dal pm Giovanni Caspani, nel processo legato all’operazione ‘Borgo Pulito’, inchiesta con cui nell’estate del 2011 i carabinieri avevano sgominato un presunto giro di usura ed estorsioni ai danni di imprenditori edili in difficile situazione economica, residenti soprattutto nell'Aronese.
In passato, per questa stessa vicenda, c’erano già state alcune sentenze. A processo, adesso, c’è chi, davanti al gup, è stato rinviato a giudizio. In aula, dopo la requisitoria del pm, sono iniziate le arringhe dei difensori degli imputati. Primi a parlare gli avvocati Zancan e Foti per Ruffier, che hanno chiesto l’assoluzione per il proprio assistito. Tutti gli imputati rigettano ogni addebito. L’udienza è in corso anche nel pomeriggio.

Mo.c.

Per saperne di più leggi il Corriere di Novara in edicola sabato 20 giugno