«Città più solidale, grazie agli Alpini»

«Città più solidale, grazie agli Alpini»
29 Maggio 2015 ore 21:32

TRECATE – Il Gruppo Alpini “Agostino Geddo” di Trecate ha compiuto trent’anni. Per festeggiare l’anniversario e per ricordare il centenario della Prima Guerra Mondiale, il Gruppo Alpini, in collaborazione con il Comune di Trecate, ha organizzato una due giorni di celebrazioni apertasi sabato 23 maggio con l’inaugurazione nel teatro comunale della mostra fotografica “La Guerra, l’Alpino, la Penna, la Pace” (che sarà visitabile fino a domenica 31 maggio dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19). Nella serata di sabato, nella chiesa di San Francesco, l’Amadeus Kammerchor, diretta dal maestro Gianmario Cavallaro, ha dedicato un concerto agli Alpini. Il momento principale delle celebrazioni è stato però la mattinata di domenica 24 maggio iniziata con l’inaugurazione della nuova sede degli Alpini trecatesi in via Mezzano 45.

«I locali messi a disposizione dal Comune e recuperati dagli Alpini – ha dichiarato il sindaco, Enrico Ruggerone – saranno condivisi con la Protezione civile. La nuova sede è situata in un’area residenziale e gli abitanti della zona hanno dimostrato di apprezzare la presenza degli Alpini quale presidio di legalità e solidarietà in un’area periferica della città».

«Ringrazio i componenti del gruppo – ha detto Felice Rolla, presidente del Gruppo Alpini “Geddo” – che hanno lavorato con impegno e in soli tre mesi hanno sistemato i locali. Ringrazio anche l’ingegner Pier Paolo Almasio e l’architetto Barletta per aver coordinato i lavori».

Al termine dell’inaugurazione il corteo con le autorità civili e le associazioni locali d’Arma accompagnato dalla Fanfara alpina “Bandella del Lago Maggiore”, dopo una sosta al Monumento ai Caduti di piazza Cattaneo, ha raggiunto la chiesa di San Bernardo. Nel parco della chiesa gli Alpini hanno deposto una corona sul Monumento dell’Alpino e sostato davanti alle lapidi che ricordano i morti della Grande Guerra. «In trent’anni di attività – ha affermato ancora il sindaco – gli Alpini trecatesi hanno contribuito alla crescita della nostra città rendendola più solidale». I valori degli Alpini sono stati ricordati da Felice Rolla, dal presidente della Sezione Alpini di Novara Antonio Palumbo e dal consigliere nazionale Alpini Francesco Maregatti. Dopo gli interventi delle autorità e dei rappresentanti degli Alpini, è stata celebrata la messa, presieduta dal cappellano alpino don Tino Temporelli, con l’accompagnamento del Coro Voci Bianche “Don Gambino”.

I presenti hanno poi preso parte al pranzo tenutosi all’oratorio femminile e preparato con la collaborazione del Gruppo “Amici 52”. Le celebrazioni si sono concluse nel pomeriggio con la cerimonia dell’ammainabandiera.

Daniela Uglietti

TRECATE – Il Gruppo Alpini “Agostino Geddo” di Trecate ha compiuto trent’anni. Per festeggiare l’anniversario e per ricordare il centenario della Prima Guerra Mondiale, il Gruppo Alpini, in collaborazione con il Comune di Trecate, ha organizzato una due giorni di celebrazioni apertasi sabato 23 maggio con l’inaugurazione nel teatro comunale della mostra fotografica “La Guerra, l’Alpino, la Penna, la Pace” (che sarà visitabile fino a domenica 31 maggio dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 19). Nella serata di sabato, nella chiesa di San Francesco, l’Amadeus Kammerchor, diretta dal maestro Gianmario Cavallaro, ha dedicato un concerto agli Alpini. Il momento principale delle celebrazioni è stato però la mattinata di domenica 24 maggio iniziata con l’inaugurazione della nuova sede degli Alpini trecatesi in via Mezzano 45.

«I locali messi a disposizione dal Comune e recuperati dagli Alpini – ha dichiarato il sindaco, Enrico Ruggerone – saranno condivisi con la Protezione civile. La nuova sede è situata in un’area residenziale e gli abitanti della zona hanno dimostrato di apprezzare la presenza degli Alpini quale presidio di legalità e solidarietà in un’area periferica della città».

«Ringrazio i componenti del gruppo – ha detto Felice Rolla, presidente del Gruppo Alpini “Geddo” – che hanno lavorato con impegno e in soli tre mesi hanno sistemato i locali. Ringrazio anche l’ingegner Pier Paolo Almasio e l’architetto Barletta per aver coordinato i lavori».

Al termine dell’inaugurazione il corteo con le autorità civili e le associazioni locali d’Arma accompagnato dalla Fanfara alpina “Bandella del Lago Maggiore”, dopo una sosta al Monumento ai Caduti di piazza Cattaneo, ha raggiunto la chiesa di San Bernardo. Nel parco della chiesa gli Alpini hanno deposto una corona sul Monumento dell’Alpino e sostato davanti alle lapidi che ricordano i morti della Grande Guerra. «In trent’anni di attività – ha affermato ancora il sindaco – gli Alpini trecatesi hanno contribuito alla crescita della nostra città rendendola più solidale». I valori degli Alpini sono stati ricordati da Felice Rolla, dal presidente della Sezione Alpini di Novara Antonio Palumbo e dal consigliere nazionale Alpini Francesco Maregatti. Dopo gli interventi delle autorità e dei rappresentanti degli Alpini, è stata celebrata la messa, presieduta dal cappellano alpino don Tino Temporelli, con l’accompagnamento del Coro Voci Bianche “Don Gambino”.

I presenti hanno poi preso parte al pranzo tenutosi all’oratorio femminile e preparato con la collaborazione del Gruppo “Amici 52”. Le celebrazioni si sono concluse nel pomeriggio con la cerimonia dell’ammainabandiera.

Daniela Uglietti

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei