Cronaca
Tribunale

Compra un'auto, poi minaccia il venditore: una condanna nel Basso Novarese

I fatti risalgono al 2019 e sono avvenuti in un paese della Bassa Novarese

Compra un'auto, poi minaccia il venditore: una condanna nel Basso Novarese
Cronaca Basso Novarese, 28 Novembre 2021 ore 07:00

Compra un'auto e poi minaccia la persona che gliel'ha venduta con l'intento di estorcerle 3mila euro: condannato a un anno e 6 mesi un uomo di 22 anni.

Condanna a un anno e sei mesi

Compra un’auto, poi minaccia il venditore cercando di estorcergli 3mila euro. Un anno e 6 mesi e 3mila euro di multa è la condanna inflitta dal tribunale di Verbania a un brianzolo “adottivo” di 22 anni, originario della Romania, chiamato a rispondere di tentata estorsione. Il fatto, avvenuto in un paese del Basso Novarese, risale al 2019.

I fatti appurati dagli inquirenti

Secondo quanto ricostruito, l’estate di quell’anno il giovane era giunto nella zona per ritirare un’auto, una Ford modello “Mondeo”, precedentemente acquistata da un omegnese di 50 anni. Dopo aver ritirato la macchina in compagnia di un’altra persona, poi identificata nel fratello, l’acquirente si era ripresentato successivamente dal venditore, asserendo che la “Mondeo” era gravata da fermo amministrativo. Il ventiduenne aveva preteso 6 mila euro, spiegando che lui aveva dovuta pagare quella somma in dogana per poter “far uscire” l’auto dal territorio italiano. Davanti al rifiuto del cusiano, aveva insistito e infine lo aveva minacciato: "Se non paghi ci saranno conseguenze per la tua famiglia". Nel frattempo la richiesta di soldi si era dimezzata: da 6 a 3 mila euro.

Il processo e la sentenza

A seguito della denuncia del 50enne erano partite le indagini che hanno portato all’identificazione dei due rumeni. La settimana scorsa il processo: uno dei due fratelli, come anticipato, è stato condannato, mentre per il secondo il giudice ha trasmesso gli atti alla Procura affinché proceda.