Cronaca

Con “Gli Amici del Lago” le multe si pagano lavorando per gli altri

Con “Gli Amici del Lago”  le multe si pagano lavorando per gli altri
Cronaca 18 Novembre 2016 ore 13:26

ARONA - Guida in stato di ebbrezza: le multe si scontano anche con lavori di pubblica utilità. In base alle convenzioni stipulate dall’associazione “Gli Amici del Lago” con i Tribunali di Novara e di Verbania, oltre 180 persone in cinque anni (il progetto iniziò nel 2011) hanno svolto circa 10.000 ore lavorative gratuite a favore della collettività, per un costo orario stimato di 180mila euro.

Un progetto di gestione di lavori di pubblica utilità non retribuiti in favore della collettività, in sostituzione di pene detentive o sanzioni amministrative per reati meno gravi come guida in stato di ebbrezza o sotto l’uso di sostanze stupefacenti. «Le persone che vengono fermate contattano un loro legale che li invita a trovare un’associazione tra quelle convenzionate con il tribunale presso le quali poter svolgere i lavori - spiega l’avvocato Matteo Mora del direttivo degli “Amici del Lago”, responsabile di questo progetto - . Quando ci contattano, noi valutiamo, diamo la disponibilità e quando il processo si conclude con la sentenza di condanna, diamo inizio ai lavori assegnandoli ai comuni e calcolando le ore da effettuare in funzione dell’importo della sanzione».

«A volte si rivolgono a noi condannati che si trovano a dover pagare cifre molto elevate alle quali non sono in grado di far fronte – aggiunge Massimiliano Caligara, vice presidente degli “Amici del Lago” – Grazie a questa soluzione, mettendo in contatto la disponibilità delle persone con le necessità dei Comuni e degli Enti con i quali collaboriamo, possiamo erogare diverse ore lavorative gratuite per svolgere piccole attività, comunque necessarie, per le quali non sarebbe possibile assumere o dedicare appositamente delle risorse». Attualmente gli “Amici del Lago” hanno attive le convenzioni con i tribunali di Verbania e di Novara che prevedono la gestione e il collocamento di persone fermate per guida in stato d’ebbrezza condannate a corrispondere sanzioni amministrative in base agli art. 186 e 187 del Codice della Strada. Recentemente l’associazione ha iniziato ad accogliere anche altre persone colpevoli di reati minori, per i quali è possibile chiedere la sospensione del procedimento con “messa alla prova”. I lavori assegnati variano in base alle necessità dei Comuni e alle competenze delle persone: principalmente lavori di giardinaggio o piccole attività edili, manutenzioni varie oppure assistenza ad anziani e disabili. Finora hanno attivo un accordo con gli “Amici del Lago” i Comuni di Castelletto Ticino, Dormelletto, Paruzzaro, Oleggio Castello, Invorio, Lesa, Meina, Miasino e gli enti Casa di Riposo di Arona, Associazione Rete Nondisolopane.

e.s.

ARONA - Guida in stato di ebbrezza: le multe si scontano anche con lavori di pubblica utilità. In base alle convenzioni stipulate dall’associazione “Gli Amici del Lago” con i Tribunali di Novara e di Verbania, oltre 180 persone in cinque anni (il progetto iniziò nel 2011) hanno svolto circa 10.000 ore lavorative gratuite a favore della collettività, per un costo orario stimato di 180mila euro.

Un progetto di gestione di lavori di pubblica utilità non retribuiti in favore della collettività, in sostituzione di pene detentive o sanzioni amministrative per reati meno gravi come guida in stato di ebbrezza o sotto l’uso di sostanze stupefacenti. «Le persone che vengono fermate contattano un loro legale che li invita a trovare un’associazione tra quelle convenzionate con il tribunale presso le quali poter svolgere i lavori - spiega l’avvocato Matteo Mora del direttivo degli “Amici del Lago”, responsabile di questo progetto - . Quando ci contattano, noi valutiamo, diamo la disponibilità e quando il processo si conclude con la sentenza di condanna, diamo inizio ai lavori assegnandoli ai comuni e calcolando le ore da effettuare in funzione dell’importo della sanzione».

«A volte si rivolgono a noi condannati che si trovano a dover pagare cifre molto elevate alle quali non sono in grado di far fronte – aggiunge Massimiliano Caligara, vice presidente degli “Amici del Lago” – Grazie a questa soluzione, mettendo in contatto la disponibilità delle persone con le necessità dei Comuni e degli Enti con i quali collaboriamo, possiamo erogare diverse ore lavorative gratuite per svolgere piccole attività, comunque necessarie, per le quali non sarebbe possibile assumere o dedicare appositamente delle risorse». Attualmente gli “Amici del Lago” hanno attive le convenzioni con i tribunali di Verbania e di Novara che prevedono la gestione e il collocamento di persone fermate per guida in stato d’ebbrezza condannate a corrispondere sanzioni amministrative in base agli art. 186 e 187 del Codice della Strada. Recentemente l’associazione ha iniziato ad accogliere anche altre persone colpevoli di reati minori, per i quali è possibile chiedere la sospensione del procedimento con “messa alla prova”. I lavori assegnati variano in base alle necessità dei Comuni e alle competenze delle persone: principalmente lavori di giardinaggio o piccole attività edili, manutenzioni varie oppure assistenza ad anziani e disabili. Finora hanno attivo un accordo con gli “Amici del Lago” i Comuni di Castelletto Ticino, Dormelletto, Paruzzaro, Oleggio Castello, Invorio, Lesa, Meina, Miasino e gli enti Casa di Riposo di Arona, Associazione Rete Nondisolopane.

e.s.