Cronaca

Controlli della Polizia: 250 persone controllate, tre denunce e un arresto

Controlli della Polizia: 250 persone controllate, tre denunce e un arresto
Cronaca 11 Settembre 2016 ore 15:52

NOVARA, Anche in questo fine settimana, come già da anni portato avanti da tutte le Forze dell’Ordine di Novara, sono stati effettuati servizi straordinari notturni in diverse zone della città. Un ampio controllo che, nella notte tra venerdì e sabato e ancora tra sabato e domenica e già anche nei giorni precedenti, ha portato al controllo di 250 persone e di 95 autovetture. A coordinare il tutto è stata la Questura di Novara.
Impegnati nel pattugliamento della città, gli agenti della Squadra Volanti e della Divisione Amministrativa della Polizia di Stato, le pattuglie della Guardia di Finanza e della Polizia Locale, che hanno concentrato l’attività in zona stazione, con particolare attenzione ad alcuni locali pubblici notturni.I servizi mirati di controllo del territorio hanno consentito l’identificazione, come anticipato, di parecchie centinaia di persone. Capillare l’azione delle pattuglie, che ha interessato i punti nevralgici del centro cittadino nelle fasce orarie notturne. Nel corso di questi servizi, due soggetti sono stati denunciati per violazione della legge sull’immigrazione e un soggetto per violazione del divieto di ritorno nel comune di Novara. 
Nelle prime ore del mattino di sabato, gli agenti delle Volanti hanno tratto in arresto in flagranza di reato un giovane italiano, ventenne, residente a Granozzo, già conosciuto dalle Forze dell’Ordine, che si è reso responsabile del danneggiamento di una Volante, nonché di istigazione a delinquere. L’episodio si è verificato poco dopo le 6 in una via del centro, mentre gli agenti erano impegnati in un’attività di controllo. Il giovane, B.M., servendosi di un accendino, ha inciso la scritta “ACAB”, noto acronimo di “All Cops Are Bastard” sul cofano della Volante, dandosi poi alla fuga. Rintracciato immediatamente nelle vicinanze B.M. ha aggredito verbalmente gli agenti e, condotto in Questura, è stato anche trovato in possesso di un oggetto acuminato, per il quale veniva denunciato. Durante i controlli il giovane si è anche vantato di aver reso pubblica l’azione denigratoria commessa ai danni della pattuglia, mediante pubblicazione di un post sul proprio profilo Facebook, in cui augurava al pubblico di “farsi bastare la droga”. B.M. è stato quindi tratto in arresto per il danneggiamento aggravato della Volante, nonché per istigazione a delinquere, essendo il testo del post pubblicato su Fb chiaramente espressione della volontà denigratoria nei confronti della Polizia di Stato e dell’incitamento ad altre persone a compiere condotte analoghe. B.M., processato per direttissima sabato mattina, è stato sottoposto all’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria.Monica Curino

NOVARA, Anche in questo fine settimana, come già da anni portato avanti da tutte le Forze dell’Ordine di Novara, sono stati effettuati servizi straordinari notturni in diverse zone della città. Un ampio controllo che, nella notte tra venerdì e sabato e ancora tra sabato e domenica e già anche nei giorni precedenti, ha portato al controllo di 250 persone e di 95 autovetture. A coordinare il tutto è stata la Questura di Novara.
Impegnati nel pattugliamento della città, gli agenti della Squadra Volanti e della Divisione Amministrativa della Polizia di Stato, le pattuglie della Guardia di Finanza e della Polizia Locale, che hanno concentrato l’attività in zona stazione, con particolare attenzione ad alcuni locali pubblici notturni.I servizi mirati di controllo del territorio hanno consentito l’identificazione, come anticipato, di parecchie centinaia di persone. Capillare l’azione delle pattuglie, che ha interessato i punti nevralgici del centro cittadino nelle fasce orarie notturne. Nel corso di questi servizi, due soggetti sono stati denunciati per violazione della legge sull’immigrazione e un soggetto per violazione del divieto di ritorno nel comune di Novara. 
Nelle prime ore del mattino di sabato, gli agenti delle Volanti hanno tratto in arresto in flagranza di reato un giovane italiano, ventenne, residente a Granozzo, già conosciuto dalle Forze dell’Ordine, che si è reso responsabile del danneggiamento di una Volante, nonché di istigazione a delinquere. L’episodio si è verificato poco dopo le 6 in una via del centro, mentre gli agenti erano impegnati in un’attività di controllo. Il giovane, B.M., servendosi di un cacciavite, ha inciso la scritta “ACAB”, noto acronimo di “All Cops Are Bastard” sul cofano della Volante, dandosi poi alla fuga. Rintracciato immediatamente nelle vicinanze B.M. ha aggredito verbalmente gli agenti e, condotto in Questura, è stato anche trovato in possesso di un oggetto acuminato, per il quale veniva denunciato. Durante i controlli il giovane si è anche vantato di aver reso pubblica l’azione denigratoria commessa ai danni della pattuglia, mediante pubblicazione di un post sul proprio profilo Facebook, in cui augurava al pubblico di “farsi bastare la droga”. B.M. è stato quindi tratto in arresto per il danneggiamento aggravato della Volante, nonché per istigazione a delinquere, essendo il testo del post pubblicato su Fb chiaramente espressione della volontà denigratoria nei confronti della Polizia di Stato e dell’incitamento ad altre persone a compiere condotte analoghe. B.M., processato per direttissima sabato mattina, è stato sottoposto all’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria.Monica Curino

Seguici sui nostri canali