Cronaca
Il ricordo della comunità

Cordoglio a Massino Visconti per Maria Strola

Il funerale della donna è stato celebrato il 28 marzo nella chiesa parrocchiale.

Cordoglio a Massino Visconti per Maria Strola
Cronaca Alto Novarese, 13 Aprile 2022 ore 09:47

A Massino Visconti è morta a 94 anni Maria Strola, aveva gestito per decenni una rivendita di alimentari e bevande in paese.

Cordoglio a Massino Visconti per la morte di Maria Strola

La comunità vergantina ha perso a fine marzo una delle sue colonne più storiche. E’ morta a 94 anni Maria Strola, e per molti anni ha gestito in paese un vero e proprio centro di aggregazione per i giovani, una rivendita di alimentari e bevande ancora prima che venisse inaugurata la casa della gioventù. A ricordare la figura di Maria Strola è la comunità stessa, a qualche giorno dal funerale, celebrato lunedì 28 marzo nella chiesa parrocchiale: la cerimonia è stata molto partecipata dai massinesi, che hanno voluto così dare l’ultimo saluto alla signora.
«Con il rintocco delle campane, venerdì 25 marzo, si è diffusa in paese la notizia della morte di Maria Strola ved. Zanetta. Dopo un breve periodo di indisposizione, assistita con amore dai figli e dalla nuora Manuela, presso la sua abitazione, a 94 anni Maria ci ha lasciati. Maria era una donna molto laboriosa e oltre ad avere dedicato tanta attenzione alla crescita dei tre figli, ha sempre assecondato il marito Giuseppe nella sua attività imprenditoriale. Lei stessa, già dai primi anni sessanta, è stata un importante punto di riferimento per molti adolescenti. Maria infatti, gestiva un proprio locale con vendita di bevande e merendine per ragazzi che in estate, ancor prima che venisse costruita la Casa della Gioventù, era l'unico luogo di aggregazione per i ragazzi che, nel tempo libero, si ritrovavano numerosi per trascorrere interi pomeriggi. Molti concittadini e conoscenti si uniscono in questo affettuoso saluto a Maria che lascia la figlia Laura, i figli Roberto e Antonio con Manuela, i nipoti Serena, Veronica, Alice, Arianna e Andrea che tutti l'adoravano».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter