Cronaca

Cordoglio per la scomparsa del poeta ed editore Otello Soiatti

Cordoglio per la scomparsa del poeta ed editore Otello Soiatti
Cronaca 12 Aprile 2015 ore 10:05

NOVARA – Cultura novarese in lutto. E’ mancato sabato mattina 11 aprile Otello Soiatti, poeta ed editore, di recente premiato anche con il riconoscimento “La personalità che ha fatto centro”, premio ideato da Stefano Ciaramella e consegnato lo scorso mese di dicembre all’Archivio di Stato.

I funerali si terranno martedì 14 aprile, alle 10,30, al Villaggio Dalmazia. Soiatti era nato a Pola nell’ottobre del 1930. Da giovanissimo si rivela la sua inclinazione alla scrittura, alla poesia. Si impegna in recite. Nel 1950 segue la via dei suoi concittadini nell’esilio e arriva, esule, a Novara.

Negli anni dà anche vita a una propria rivista letteraria-artistico-culturale. Sono gli anni del “Tempo sensibile”. E’ la fine del 1970. E’ il periodo che porta anche alla nascita del “Premio letterario Città di Novara”. Soiatti, mai fermo e sempre molto attivo, crea anche una casa editrice, “Edizioni del tempo sensibile”. Esperienze che terminano a metà degli anni ’90.

Da allora Soiatti si dedicherà alla lirica, alla poesia.

mo.c.


NOVARA – Cultura novarese in lutto. E’ mancato sabato mattina 11 aprile Otello Soiatti, poeta ed editore, di recente premiato anche con il riconoscimento “La personalità che ha fatto centro”, premio ideato da Stefano Ciaramella e consegnato lo scorso mese di dicembre all’Archivio di Stato.

I funerali si terranno martedì 14 aprile, alle 10,30, al Villaggio Dalmazia. Soiatti era nato a Pola nell’ottobre del 1930. Da giovanissimo si rivela la sua inclinazione alla scrittura, alla poesia. Si impegna in recite. Nel 1950 segue la via dei suoi concittadini nell’esilio e arriva, esule, a Novara.

Negli anni dà anche vita a una propria rivista letteraria-artistico-culturale. Sono gli anni del “Tempo sensibile”. E’ la fine del 1970. E’ il periodo che porta anche alla nascita del “Premio letterario Città di Novara”. Soiatti, mai fermo e sempre molto attivo, crea anche una casa editrice, “Edizioni del tempo sensibile”. Esperienze che terminano a metà degli anni ’90.

Da allora Soiatti si dedicherà alla lirica, alla poesia.

mo.c.