Piano da 3 milioni

Coronavirus da Fondazione Crt 40 nuovi mezzi per la protezione civile

Tra i beneficiari, Aib di Montrigiasco e Invorio e Croce Rossa di Galliate

Coronavirus da Fondazione Crt 40 nuovi mezzi per la protezione civile
Arona, 29 Aprile 2020 ore 12:03

I veicoli si aggiungono a 17 nuove ambulanze per il territorio, in funzione grazie al piano straordinario da 3 milioni di euro della Fondazione. Attivati anche il sostegno al ponte aereo italo-cinese e l’ospedale alle OGR

Coronavirus

Grazie alla Fondazione CRT, 40 nuovi pick up e mezzi della Protezione civile entreranno in funzione in Piemonte e Valle d’Aosta per la gestione dell’emergenza coronavirus e, più in generale, per il trasporto di persone e attrezzature sul territorio regionale e nazionale. I veicoli, destinati ai Comuni e alle organizzazioni di volontariato non profit partecipanti al bando “Mezzi Protezione civile”, vanno ad aggiungersi alle 17 nuove ambulanze – tra cui 3 di biocontenimento – acquistate di recente con i contributi della Fondazione CRT.

Piano da 3 milioni

La Fondazione ha messo in campo finora un piano straordinario da 3 milioni di euro per l’acquisto di nuove ambulanze, mezzi e attrezzature ospedaliere, e sostiene il ponte aereo della filantropia italo-cinese per il trasporto e la consegna di materiali medico-sanitari urgenti, difficili da reperire non solo in Italia, ma anche sul mercato internazionale. Fondazione CRT, inoltre, ha offerto alla città e alla Regione una parte delle OGR di Torino per l’apertura dell’ospedale temporaneo da un centinaio di posti letto per pazienti di lieve e media entità.

I beneficiari

Dei 40 enti beneficiari dei contributi della Fondazione CRT, 15 sono del Torinese 6 enti della provincia di Asti; 2 della provincia di Alessandria; 9 del Cuneese; 3 sono della provincia di Novara (AIB Pietro Zonca di Arona Montrigiasco, Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Galliate, AIB Cerutti di Invorio); 2 del Vercellese; 2 del Biellese, 1 di Aosta.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei