Da fine luglio arrivati 100 migranti nel Novarese

Da fine luglio arrivati 100 migranti nel Novarese
Cronaca 20 Agosto 2015 ore 08:34

NOVARA - Da fine luglio a oggi sono un centinaio i nuovi migranti accolti nel Novarese. Il numero è davvero significativo, se si considera che è stato raggiunto nel giro di poco più di due settimane. Altri ne arriveranno da qui ai prossimi giorni. Il Piemonte, infatti, ne attendeva, stando a una stima annunciata dal Ministero dell’Interno a metà dello scorso mese, circa 1.300, equamente ripartiti, in base a determinati canoni (come la popolazione e altri target), tra le diverse province del Piemonte.

In provincia di Novara, stando a quanto emerso un mese fa, ne dovrebbero giungere complessivamente, di questi circa 1.300, 136. Proprio in questi ultimi giorni ne dovrebbero giungere altri 16. Una decina dovrebbero essere arrivati nella notte appena trascorsa, altri sei, invece, dovrebbero fare tappa nel Novarese nella giornata di venerdì. In questo caso, però, come spiega il vice prefetto Marco Baldino, si sta attendendo la disponibilità di una struttura deputata all’accoglienza. Occorrerà vedere se questo spazio sarà libero e disponibile oppure no.

«A Roma – continua il vice prefetto – hanno fatto la ripartizione in base a un arrivo presunto di 10mila migranti nel nostro Paese. Lo scorso 13 agosto poi c’è stata la ripartizione regionale. Nella nostra regione ne dovrebbero giungere 1.296. Nel Novarese, cui tocca una quota dell’11%, dunque, sono attesi 135 nuovi migranti. I numeri sono in continua evoluzione. Cambiano davvero di giorno in giorno. A oggi, in tutto il Novarese, abbiamo accolto 651 migranti. Una volta che giungeranno i 16 annunciati in queste ore saremo a 667. Le strutture di accoglienza sono sempre quelle precedenti, tanto a Novara quanto in altri Comuni del territorio».

Monica Curino

 

Per saperne di più leggi l’articolo sul Corriere di Novara in edicola giovedì 20 agosto


NOVARA - Da fine luglio a oggi sono un centinaio i nuovi migranti accolti nel Novarese. Il numero è davvero significativo, se si considera che è stato raggiunto nel giro di poco più di due settimane. Altri ne arriveranno da qui ai prossimi giorni. Il Piemonte, infatti, ne attendeva, stando a una stima annunciata dal Ministero dell’Interno a metà dello scorso mese, circa 1.300, equamente ripartiti, in base a determinati canoni (come la popolazione e altri target), tra le diverse province del Piemonte.

In provincia di Novara, stando a quanto emerso un mese fa, ne dovrebbero giungere complessivamente, di questi circa 1.300, 136. Proprio in questi ultimi giorni ne dovrebbero giungere altri 16. Una decina dovrebbero essere arrivati nella notte appena trascorsa, altri sei, invece, dovrebbero fare tappa nel Novarese nella giornata di venerdì. In questo caso, però, come spiega il vice prefetto Marco Baldino, si sta attendendo la disponibilità di una struttura deputata all’accoglienza. Occorrerà vedere se questo spazio sarà libero e disponibile oppure no.

«A Roma – continua il vice prefetto – hanno fatto la ripartizione in base a un arrivo presunto di 10mila migranti nel nostro Paese. Lo scorso 13 agosto poi c’è stata la ripartizione regionale. Nella nostra regione ne dovrebbero giungere 1.296. Nel Novarese, cui tocca una quota dell’11%, dunque, sono attesi 135 nuovi migranti. I numeri sono in continua evoluzione. Cambiano davvero di giorno in giorno. A oggi, in tutto il Novarese, abbiamo accolto 651 migranti. Una volta che giungeranno i 16 annunciati in queste ore saremo a 667. Le strutture di accoglienza sono sempre quelle precedenti, tanto a Novara quanto in altri Comuni del territorio».

Monica Curino

 

Per saperne di più leggi l’articolo sul Corriere di Novara in edicola giovedì 20 agosto