Da tre giorni la terra trema al confine fra Italia e Svizzera

Ennesime scosse.

Da tre giorni la terra trema al confine fra Italia e Svizzera
22 Settembre 2018 ore 13:10

Come riporta GiornalediSondrio.it, altre due scosse nelle ultime ore al confine tra Italia e Svizzera. Questa volta vicino a Livigno.

Due scosse vicino Livigno

I sismografi della Sala Sismica INGV di Roma si sono mossi pochi minuti prima dell’una di notte. La prima scossa di magnitudo 1.5 è stata registrata alle 00:58:59 ad una profondità di 7 km tra St. Moritz e Livigno. Nello stesso punto all’1:27 un altro piccolo sisma pari a 1 di magnitudo è stato notato dagli strumenti sismici. Fortunatamente l’entità delle scosse è stata lieve e non si registrano danni a cose o persone.

In 48 ore

Queste ultime due scosse si aggiungono alle altre tre registrate nel giro di 48 ore sul confine tra italia e Svizzera. Ieri quella registrata non lontano da Domodossola mentre il giorno prima se ne è registrata una vicino alla Valchiavenna, in Engadina. Insomma, uno sciame sismico “dilazionato” e finora con scosse di lieve entità, che tuttavia testimoniano un’attività insolita sotto all’arco alpino.

Food delivery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità