Prodotto a Lecco

Daily tampon: ecco come funziona il test rapido per la diagnosi del Coronavirus

In soli tre minuti

Daily tampon: ecco come funziona il test rapido per la diagnosi del Coronavirus
10 Settembre 2020 ore 11:21

Una potenziale svolta nella lotta, o quanto meno all’individuazione del Coronavirus. A garantirla potrebbe essere il prodotto realizzato dalla Allum . Ma come funziona Daily tampon, il test rapido per la diagnosi del Coronavirus “made in Merate“? Tutti i dettagli dai colleghi di primalecco.it

Ecco come funziona Daily tampon, il test rapido per la diagnosi del Coronavirus “made in Merate”

Ecco la spiegazione scientifica del Daily tampon:

“Il test rileva l’antigene virale mediante l’anticorpo SARS CoV 2 che viene “immobilizzato “sul dispositivo. I risultati dei test  possono essere interpretati senza strumenti specializzati e sono
disponibili in pochi minuti. Elementi questi ultimi davvero molto importanti che potrebbero  alleviare il carico di lavoro negli ospedali e nei laboratori diagnostici e migliorare il tempo di risposta Inoltre il Daily tampon, è assolutamente non invasivo: richiede solo una quantità minima di saliva la cui raccolta avviene dalla bocca.  Quindi  con questo nuovi strumenti diagnostico non è necessario utilizzare tamponi nasofaringei  più invasivi”.

A differenza dei test sierologici, che rilevano o la risposta del corpo all’infezione misurando  la presenza  anticorpi contro SARS CoV 2 prodotti dal corpo umano, il  test salivare misura direttamente la presenza o l’assenza di Coronavirus, proprio come il tampone fa. Il test salivare non può sostituire il classico tampone, ma è uno strumento molto utile per razionalizzare  il suo utilizzo evitando problemi come il sovraffollamento nel pronto soccorso in caso di presenza di sospetti pazienti covid”.

Daily tampon, simile a un test di gravidanza

“Il suo funzionamento, studiato per essere intuitivo e alla portata di tutti,  è simile a quello di un test di gravidanza: la saliva scorre  attraverso  canali (letti capillari) e a causa di una reazione immunochimica crea bande  visibili ad occhio nudo” Nello specifico, il test salivare è un test di tipo “flusso laterale”,con una   tecnica di immunocromatografia su un supporto solido in cui un fluido (in questo caso saliva) scorre su una fascia con letti di trasporto capillari, attraversando quattro zone . La “Sample Zone”, dove si trova la saliva . La “Zona Coniugata”, in cui specifici anticorpi diretti contro le  glicoproteine ​​del coronavirus sono presenti in eccesso stechiometrico. Questi anticorpi sono anche coniugati con nanoparticelle di oro colloidale • La “Zona di lettura”, dove ci sono addizionali addominali diretti contro il Coronavirus. In quest’area, i precedenti immunocomplessi reagiscono ancora e vanno a  formare un secondo complesso. Questi nuovi prodotti saranno disposti in modo ordinato per riga, disegnando così la prima striscia colorata del test (a causa del tight allineamento delle nanoparticelle colloidali). • La “Zona di Controllo”presenta degli Ab diretti contro gli Ab del zona coniugata: reagiranno formando la seconda linea colorata.

 

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità