Cronaca
Giallo

Daniele Mondello non si arrende e offre 10mila euro a chi fornirà notizie sull'omicidio di Viviana e Gioele

Daniele Mondello pubblica un post su Facebook e non si rassegna alla chiusura delle indagini sulla morte della moglie e del figlio.

Daniele Mondello non si arrende e offre 10mila euro a chi fornirà notizie sull'omicidio di Viviana e Gioele
Cronaca 07 Gennaio 2022 ore 07:04

Una ricompensa di 10mila euro ha chi riuscirà a fornire indicazioni utili per arrivare alla verità sulla morte di Viviana e Gioele. A scriverlo con un post su Facebook è Daniele Mondello, marito della donna e papà del piccolo.

Daniele Mondello non si arrende

Daniele Mondello non riesce a mettere la parola fine. E anche dopo la chiusura delle indagini sulla morte della moglie Viviana e del figlio Gioele continua a cercare la verità. Vuole sapere come sono stati uccisi i suoi cari e con un post su Facebook offre una ricompensa a chi fornirà informazioni utili (e veritiere) a risolvere l'intricato caso.

"Noi non ci fermiamo", scrive. "Offro una ricompensa di 10 mila euro a coloro che sapranno fornirmi informazioni utili e veritiere sull'omicidIo di mio figlio Gioele e mia moglie Viviana. Vi chiediamo di condividere il più possibile".

La ricostruzione e l'archiviazione del caso

Secondo la procura il 3 agosto del 2020 Viviana Parisi, dopo un incidente in galleria sull'autostrada Messina-Palermo, sarebbe fuggita nelle campagne e boschi circostanti. La donna avrebbe prima ucciso il figlio Gioele, di 4 anni, poi si sarebbe tolta la vita lanciandosi da un traliccio, sotto il quale è stato rinvenuto il suo corpo. Questa la ricostruzione della polizia scientifica e del team di esperti chiamati a far luce sulla dinamica della tragedia. Oltre alle prove scientifiche gli inquirenti hanno più volte insistito anche sul grave stato di alterazione psichica in cui Viviana Parisi versava ormai da mesi, confermato anche da diversi ricoveri e perizie psichiatriche.

Ricostruzione che il marito Daniele e i familiari di Viviana hanno sempre rigettato, caldeggiando piuttosto la pista di un omicida esterno alla vicenda. In particolar modo Mondello è molto attivo sui social nel promulgare le sue teorie circa la ricerca di "un'altra verità" per la morte della 43enne e del loro bimbo. Per questo motivo si è opposto alla richiesta di archiviazione del caso avanzata dalla Procura di Patti, giunta alla conclusione che si sia trattato di un terribile caso di omicidio-suicidio.