Cronaca

Delitto di corso Cavour: lunedì la convalida dell’arresto

Delitto di corso Cavour: lunedì la convalida dell’arresto
Cronaca 25 Luglio 2016 ore 10:31

NOVARA, Si terrà oggi, lunedì 25 luglio, nel carcere di Novara, l’udienza di convalida dell’arresto di Bilel Ilahi (nella foto), il tunisino di 28 anni arrestato per l’omicidio della moglie Gisella Purpura, 40 anni (ne avrebbe compiuti 41 a fine novembre), che da 13 anni abitava nello stabile di corso Cavour, da dove è uscita sanguinante per chiedere aiuto, cadendo a terra e morendo pochi istanti dopo, nonostante i soccorsi. La tragedia è avvenuta intorno alle 16, in un corso Cavour gremito di passanti. 

Sempre in questi giorni sarà affidato l’incarico al perito in vista dell’autopsia che si terrà sul corpo della donna nella giornata di mercoledì. Ad assistere Ilahi, in carcere con l’accusa di omicidio volontario, l’avvocato d’ufficio Maria Teresa Bizzozero, presente ovviamente anche venerdì sera, quando l’uomo, dopo essere stato prelevato dagli agenti della Squadra Mobile nell’alloggio di corso Cavour, è stato portato in Questura e interrogato dinanzi al pm Giovanni Caspani. Un interrogatorio nel quale il 28enne ha negato di aver ucciso la donna, sostenendo, inoltre, come in quegli istanti si fosse spostato in un’altra stanza per stendere i panni. 

mo.c.

 

Per saperne di più leggi il Corriere di Novara in edicola lunedì 25 luglio


NOVARA, Si terrà oggi, lunedì 25 luglio, nel carcere di Novara, l’udienza di convalida dell’arresto di Bilel Ilahi (nella foto), il tunisino di 28 anni arrestato per l’omicidio della moglie Gisella Purpura, 40 anni (ne avrebbe compiuti 41 a fine novembre), che da 13 anni abitava nello stabile di corso Cavour, da dove è uscita sanguinante per chiedere aiuto, cadendo a terra e morendo pochi istanti dopo, nonostante i soccorsi. La tragedia è avvenuta intorno alle 16, in un corso Cavour gremito di passanti. 

Sempre in questi giorni sarà affidato l’incarico al perito in vista dell’autopsia che si terrà sul corpo della donna nella giornata di mercoledì. Ad assistere Ilahi, in carcere con l’accusa di omicidio volontario, l’avvocato d’ufficio Maria Teresa Bizzozero, presente ovviamente anche venerdì sera, quando l’uomo, dopo essere stato prelevato dagli agenti della Squadra Mobile nell’alloggio di corso Cavour, è stato portato in Questura e interrogato dinanzi al pm Giovanni Caspani. Un interrogatorio nel quale il 28enne ha negato di aver ucciso la donna, sostenendo, inoltre, come in quegli istanti si fosse spostato in un’altra stanza per stendere i panni. 

mo.c.

 

Per saperne di più leggi il Corriere di Novara in edicola lunedì 25 luglio


Seguici sui nostri canali