Cronaca

Derubati mentre erano in casa: “Ora resta la paura”

Derubati mentre erano in casa: “Ora resta la paura”
Cronaca 17 Gennaio 2016 ore 16:39

GALLIATE - Derubati, mentre erano in casa. L’ennesimo episodio è accaduto giovedì sera, in via Varallino e, come sempre, oltre al danno, ha lasciato dietro di sè uno strascico di inquietudine e paura. “Mio marito - racconta la sfortunata vittima del furto - è rientrato attorno alle 19, io circa mezz’ora dopo. Sono entrata in casa e mi sono messa in cucina a cenare, senza avvedermi di nulla. Intanto mio marito era in sala, a guardare la tv... Solo più tardi, quando sono andata in camera per chiudere la finestra, ho notato qualcosa di strano: la porta era socchiusa, cosa che non facciamo mai. Entrata, ho trovato il disastro: cassetti svuotati con il contenuto sparso ovunque, un’anta dell’armadio aperta...”. I ladri sono entrati dalla finestra che si affaccia sul balcone, sul lato posteriore della casa. Poi, a quanto sembra, hanno agito in assoluta tranquillità, avendo anche il tempo, prima di allontanarsi, di riaccostare la finestra e di gettare alcuni oggetti ritenuti di scarso interesse nel giardino.

“Sicuramente - dice ancora la malcapitata vittima - tutto è successo mentre noi eravamo in casa, anche perchè prima era inserito l’allarme e quindi sarebbe scattato.... Ed è questo quello che mi spaventa: la consapevolezza che avrei potuto incontrarmeli davanti, che chissà cosa sarebbe potuto succedere... Nella sfortuna, ci è andata ancora bene: in casa non avevamo denaro né preziosi di gran valore. Hanno rubato solo alcuni gioielli di bigiotteria e ricordi di famiglia. Ma la paura rimane: tutte le volte che rientrerà in casa, ora, non potrò fare a meno di chiedermi se c’è qualcuno...”. L’episodio .è stato subito segnalato ai Carabinieri della locale Stazione, a cui è stata sporta regolare denuncia.

Laura Cavalli

GALLIATE - Derubati, mentre erano in casa. L’ennesimo episodio è accaduto giovedì sera, in via Varallino e, come sempre, oltre al danno, ha lasciato dietro di sè uno strascico di inquietudine e paura. “Mio marito - racconta la sfortunata vittima del furto - è rientrato attorno alle 19, io circa mezz’ora dopo. Sono entrata in casa e mi sono messa in cucina a cenare, senza avvedermi di nulla. Intanto mio marito era in sala, a guardare la tv... Solo più tardi, quando sono andata in camera per chiudere la finestra, ho notato qualcosa di strano: la porta era socchiusa, cosa che non facciamo mai. Entrata, ho trovato il disastro: cassetti svuotati con il contenuto sparso ovunque, un’anta dell’armadio aperta...”. I ladri sono entrati dalla finestra che si affaccia sul balcone, sul lato posteriore della casa. Poi, a quanto sembra, hanno agito in assoluta tranquillità, avendo anche il tempo, prima di allontanarsi, di riaccostare la finestra e di gettare alcuni oggetti ritenuti di scarso interesse nel giardino.

“Sicuramente - dice ancora la malcapitata vittima - tutto è successo mentre noi eravamo in casa, anche perchè prima era inserito l’allarme e quindi sarebbe scattato.... Ed è questo quello che mi spaventa: la consapevolezza che avrei potuto incontrarmeli davanti, che chissà cosa sarebbe potuto succedere... Nella sfortuna, ci è andata ancora bene: in casa non avevamo denaro né preziosi di gran valore. Hanno rubato solo alcuni gioielli di bigiotteria e ricordi di famiglia. Ma la paura rimane: tutte le volte che rientrerà in casa, ora, non potrò fare a meno di chiedermi se c’è qualcuno...”. L’episodio .è stato subito segnalato ai Carabinieri della locale Stazione, a cui è stata sporta regolare denuncia.

Laura Cavalli

 

Seguici sui nostri canali