Cronaca

Deturpano i vagoni di Trenord alla stazione di Arona: sei giovani denunciati

Deturpano i vagoni di Trenord alla stazione di Arona: sei giovani denunciati
Cronaca 24 Dicembre 2015 ore 04:54

ARONA – Writers in azione alla stazione ferroviaria di Arona, nel Novarese. Il gruppo ha raggiunto i binari dove erano in sosta alcuni vagoni della società “Trenord” e ha dato libero sfogo alla propria creatività, danneggiando un vagone. Nel fare questo sono stati però notati da due addetti della security di Trenord (la società ha fatto conoscere che, dal gennaio di quest’anno a oggi, ha subito circa 500 azioni vandaliche/graffiti/disegni/ per una superficie imbrattata di circa mq. 12.000 e costi per rimozione pulizia dei vagoni per circa 84.000,00 euro), che hanno avvisato il capo stazione del turno di notte, che, a sua volta, ha richiesto l’intervento dei Carabinieri.

Gli ‘artisti’, una volta che si sono visti ‘scoperti’, sono fuggiti, venendo, però, intercettati da una pattuglia dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Arona, che li ha condotti in caserma per l’identificazione, insieme all’armamentario del mestiere trovato in loro possesso (zainetto colmo di bombolette spray di vernice).

A essere coinvolti sei giovanissimi: Z. D., 22enne italiano, nativo di Varese, dove risiede; S. A. B., 23enne svizzero, residente a Zurigo; G. A.,24enne tedesco, nativo di Monaco di Baviera, residente ad Amburgo e domiciliato a Golasecca (VA); G. M., 22enne svizzera, residente ad Agno (Svizzera); V.D.E.L.N., 22enne olandese, domiciliata ad Azzate (VA) e V.D.E.T., 25enne olandese, domiciliato ad Azzate (VA).

Tutti e sei sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Verbania e risponderanno del reato di cui all’Art. 639 del codice penale, che punisce il deturpamento/imbrattamento di cose altrui, con l’aggravante del comma 2, trattandosi di mezzi di trasporto pubblici.

mo.c.


ARONA – Writers in azione alla stazione ferroviaria di Arona, nel Novarese. Il gruppo ha raggiunto i binari dove erano in sosta alcuni vagoni della società “Trenord” e ha dato libero sfogo alla propria creatività, danneggiando un vagone. Nel fare questo sono stati però notati da due addetti della security di Trenord (la società ha fatto conoscere che, dal gennaio di quest’anno a oggi, ha subito circa 500 azioni vandaliche/graffiti/disegni/ per una superficie imbrattata di circa mq. 12.000 e costi per rimozione pulizia dei vagoni per circa 84.000,00 euro), che hanno avvisato il capo stazione del turno di notte, che, a sua volta, ha richiesto l’intervento dei Carabinieri.

Gli ‘artisti’, una volta che si sono visti ‘scoperti’, sono fuggiti, venendo, però, intercettati da una pattuglia dei Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Arona, che li ha condotti in caserma per l’identificazione, insieme all’armamentario del mestiere trovato in loro possesso (zainetto colmo di bombolette spray di vernice).

A essere coinvolti sei giovanissimi: Z. D., 22enne italiano, nativo di Varese, dove risiede; S. A. B., 23enne svizzero, residente a Zurigo; G. A., 24enne tedesco, nativo di Monaco di Baviera, residente ad Amburgo e domiciliato a Golasecca (VA); G. M., 22enne svizzera, residente ad Agno (Svizzera); V.D.E.L.N., 22enne olandese, domiciliata ad Azzate (VA) e V.D.E.T., 25enne olandese, domiciliato ad Azzate (VA).

Tutti e sei sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Verbania e risponderanno del reato di cui all’Art. 639 del codice penale, che punisce il deturpamento/imbrattamento di cose altrui, con l’aggravante del comma 2, trattandosi di mezzi di trasporto pubblici.

mo.c.