Menu
Cerca
Cronaca

Domani a Borgomanero il funerale di don Giuseppe Pastore: aveva 68 anni

Il sacerdote era ricoverato al Santissima Trinità.

Domani a Borgomanero il funerale di don Giuseppe Pastore: aveva 68 anni
Cronaca Borgomanero, 24 Febbraio 2021 ore 09:48

E’ morto nel pomeriggio di ieri, martedì 23 febbraio, don Giuseppe Pastore, vicario della parrocchia di Borgomanero.

Addio a don Giuseppe Pastore: il sacerdote aveva 68 anni

E’ morto all’ospedale Santissima Trinità di Borgomanero (dov’era stato ricoverato da qualche tempo dopo il contagio da Coronavirus) don Giuseppe Pastore. Il religioso aveva 68 anni. Il funerale sarà celebrato dal vescovo di Novara Franco Giulio Brambilla nella mattinata di domani, giovedì 25 febbraio, nella chiesa di San Marco a Borgomanero.

L’annuncio della diocesi di Novara

Don Giuseppe è nato a Borgomanero il 13 maggio del 1952. Proveniente dalla comunità parrocchiale di san Marco, ha maturato la vocazione sacerdotale nell’intensa esperienza formativa nel gruppo giovanile che aveva in don Ugo Bamberga, a Maggiate Superiore, una indimenticabile guida spirituale. Dopo l’iniziale esperienza lavorativa è entrato in seminario ed è poi stato ordinato prete da Mons. Aldo Del Monte, in Cattedrale a Novara, il 21 giugno 1980.

Ha iniziato a svolgere il ministero come vicario parrocchiale di Grignasco e parroco di Ara nel luglio 1980. Nell’ottobre del 1982 è stato traferito a Omegna, dove è rimasto come vicario parrocchiale fino al 23 ottobre 1988. Conclusa questa esperienza pastorale è rimasto per altri anni nel Cusio: parroco di Sovazza e Coiromonte, dall’ottobre 1988 al primo marzo del 2000; collaboratore parrocchiale a Nonio dal marzo 2000 al dicembre 2011; di nuovo collaboratore parrocchiale a Omegna, dal gennaio al novembre 2012. Dal primo dicembre 2012 era vicario parrocchiale a Borgomanero. Don Giuseppe, oltre a questi ministeri pastorali, ha pure offerto con generosità la sua collaborazione educativa e spirituale nell’ambito dell’AGESCI.

Di don Giuseppe ricordiamo la mitezza e la riservatezza. Ha offerto un generoso e umile ministero, talora nel nascondimento. Le problematiche della salute nel corso degli anni lo hanno costretto a un ridimensionamento della responsabilità e dell’impegno pastorale. Su questa condizione di complessiva fragilità fisica si è inserito il Coranavirus che lo ha costretto al ricovero in ospedale con un progressivo e insuperabile peggioramento.

Affidiamo questo nostro confratello a Gesù buon pastore perché lo abbia con sé nei pascoli della vita eterna e nella pienezza della Vita, accompagnato dall’intercessione della Vergine Maria e dei Santi. Con la nostra fraterna preghiera siamo vicini anche alle sorelle con le rispettive famiglie.

Il commento dell’amministrazione comunale

Con una nota diramata da Palazzo Tornielli anche l’amministrazione comunale ha espresso il proprio cordoglio:

Il sindaco Sergio Bossi esprime, a nome dell’Amministrazione Comunale, profondo cordoglio per la scomparsa di don Giuseppe Pastore, prezioso collaboratore di don Piero Cerutti e Sacerdote molto apprezzato dalla nostra comunità per le sue doti umane e spirituali.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli