Cronaca

Dopo la lite tenta di fuggire, rubando una bici: arrestato

Dopo la lite tenta di fuggire, rubando una bici: arrestato
Cronaca 20 Marzo 2016 ore 20:18

NOVARA - Le Volanti della Polizia di Novara hanno arrestato venerdì 18 marzo un marocchino per i reati di furto aggravato, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate. L'uomo, E. D., quarantenne già conosciuto dalle Forze dell'Ordine per reati contro la persona e il patrimonio, risultava peraltro sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora con divieto di allontanarsi dall’abitazione dalle 18,30 alle 7 cumulato all’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria. 
Nel dettaglio, nella serata di venerdì scorso, un equipaggio delle Volanti notava in via San Francesco d’Assisi due marocchini che stavano litigando animatamente. Mentre gli agenti scendevano dal mezzo, uno dei due, il 40enne, rubava una bicicletta - che era stata lì parcheggiata senza catena da un avventore di un negozio vicino - e si dava alla fuga. Immediatamente l’equipaggio della Volante lo bloccava. 
I due soggetti coinvolti nella lite venivano quindi condotti in Questura per gli accertamenti del caso. Qui il 40enne ha tentato di avvicinarsi all’altro suo connazionale per prenderlo a pugni. I poliziotti delle Volanti riuscivano a fermarlo e a impedirgli ogni contatto con la controparte, ma, a causa del persistente comportamento violento dell'uomo, un poliziotto veniva aggredito e riportava lesioni personali aggravate.  
All’esito dell’udienza di convalida dell’arresto, il marocchino veniva sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari.
mo.c.

NOVARA - Le Volanti della Polizia di Novara hanno arrestato venerdì 18 marzo un marocchino per i reati di furto aggravato, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate. L'uomo, E. D., quarantenne già conosciuto dalle Forze dell'Ordine per reati contro la persona e il patrimonio, risultava peraltro sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora con divieto di allontanarsi dall’abitazione dalle 18,30 alle 7 cumulato all’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria. 
Nel dettaglio, nella serata di venerdì scorso, un equipaggio delle Volanti notava in via San Francesco d’Assisi due marocchini che stavano litigando animatamente. Mentre gli agenti scendevano dal mezzo, uno dei due, il 40enne, rubava una bicicletta - che era stata lì parcheggiata senza catena da un avventore di un negozio vicino - e si dava alla fuga. Immediatamente l’equipaggio della Volante lo bloccava. 
I due soggetti coinvolti nella lite venivano quindi condotti in Questura per gli accertamenti del caso. Qui il 40enne ha tentato di avvicinarsi all’altro suo connazionale per prenderlo a pugni. I poliziotti delle Volanti riuscivano a fermarlo e a impedirgli ogni contatto con la controparte, ma, a causa del persistente comportamento violento dell'uomo, un poliziotto veniva aggredito e riportava lesioni personali aggravate.  
All’esito dell’udienza di convalida dell’arresto, il marocchino veniva sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari.
mo.c.

Seguici sui nostri canali